Obiettivo: persona o prestazione?

“Obiettivo: persona o prestazione?” è il titolo del terzo incontro del ciclo di conferenze
Tra genialità e dislessia, il mio stile di pensiero” organizzato da AllenaMente con il patrocinio del comune di Vicenza.

Gli incontri sono rivolti a genitori ed insegnanti e forniscono un punto di vista sullo studio e l’apprendimento diverso, libero da alcuni vecchi luoghi comuni che, a volte, portano chi ha  un ruolo come educatore ad ottenere risultati opposti a quelli che si prefigge.

Nell’incontro di venerdì 18 gennaio si parlerà proprio dei 3 principali nemici dell’apprendimento, 3 ostacoli molto comuni che adulti e bambini incontrano quando vogliono (o devono) imparare qualcosa.
Il tutto partendo da un presupposto fondamentale: al centro deve esserci sempre e comunque la persona e non, come sembra accadere sempre più spesso, le sue prestazioni.

Nella locandina trave tutti i riferimenti

AllenaMente_comune_vicenza

L'Eccezionale Tecnica degli Schemi Mentali L’Eccezionale Tecnica degli Schemi MentaliIl sistema per stimolare la creatività, alimentare la memoria e migliorare l’apprendimento – PnlEric De La Parra Paz – Maria del Carmen Madero Vega

Compralo su il Giardino dei Libri

Il Genio di Golfera

Sono stato ad una presentazione di Gianni Golfera diversi anni fa. Occupandomi allora di corsi di apprendimento ero incuriosito dalla persona che da sempre é nota in Italia per le straordinarie capacità mnemoniche.

La presentazione (o “conferenza introduttiva”) in realtà non era molto diversa da quella che tenevo io stesso per presentare il corso di apprendimento; le presentazioni sono tutte molto simili e quasi tutte le società che organizzano questi corsi le fanno allo stesso modo, probabilmente perché ricalcano un modello efficace di proposta e vendita del corso stesso: coinvolgere nuovi iscritti al corso é ovviamente il vero obiettivo della serata.

Durante la sarata di presentazione vengono solitamente mostrati due o tre esercizi di memorizzazione; con un certo tipo di comunicazione è anche facile dare un tono piuttosto spettacolare alla dimostrazione stessa enfatizzando le straordinarie doti di memorizzatore di chi dimostra le tecniche.

Come dicevo, anche la presentazione di Golfera ricalcava questo stile, ma con una differenza principale: io nelle mie serate, pur esaltando gli esercizi dimostrativi, tendevo sottolineare che chiunque avrebbe potuto fare lo stesso esercizio e ottenere quei risultati (iscrivendosi al corso, ovviamente! ;-)) Golfera ribadiva più volte che solo lui era in grado di riuscirci (e stiamo parlado degli stessi identici esercizi) perché dotato di una memoria estremamente allenata; tuttavia con perseveranza (e frequentando il corso, ovviamente) anche i presenti avrebbero potuto migliorare un po’, ma mai arrivare al suo livello.

Ma perché? Che bisogno c’era di rendere così irraggiungibile una performance tanto facile da replicare?

A mio avviso non esistevano ragioni nell’attuare quella strategia commerciale, ma i fatti mi hanno sempre smentito.

Infatti lui é il guru dei corsi di memoria e non altri :-D.

Questa fama gli ha valso anche diverse partecipazioni a note trasmissioni televisive, non ultima la dimostrazione al “Senso della vita” e, subito dopo, a Striscia la Notizia…. ma per fare la figura del chiaccherone!

Che tristezza: il numero uno dei memorizzatori ridotto a fare trucchetti da prestigiatore di bassa lega….

La verità é che non mi importa molto della figura barbina fatta dal sig. Golfera; quello che mi dispiace veramente é che, in un modo o nell’altro, vengono in questo modo coinvolti i corsi di tecniche di apprendimento, il loro valore e la qualità delle metodologie insegnate.

Strategie e tecniche, quelle di memoria, assolutamente utili, efficaci e funzionali. Utili non per fare i fenomeni in televisione, ovviamente, ma per ricordare meglio, più velocemente e più facilmente.

Ne ho scritto più volte, ho tenuto decine di corsi e tutt’ora continuo a ricevere richieste di persone interessate ad approfondire questo argomento. Non serve nemmeno mettere insieme grandi presentazioni: i corsi, quelli veri e fatti bene, sono talmente utili che ci saranno sempre richieste.

Probabilmente anche i corsi dello stesso Golfera insegnano bene le tecniche.

Allora, che bisogno c’era di raccontare frottole e spacciarsi da fenomeno?!?!?

P.S.

Per quanto riguarda il “Senso della vita”, molto meglio l’intervento dell’organizzatrice di “Dildo Party!” :-D

.

Il Segreto di una Memoria Prodigiosa Il Segreto di una Memoria Prodigiosa
Tecniche di memorizzazione rapida
Matteo SalvoCompralo su il Giardino dei Libri

Be Smart! Be Genius!

Ho spesso descritto le tecniche di apprendimento come uno strumento indispensabile e comodissimo nelle più svariate situazioni; le utilizzo ormai da più di dieci anni e le ho applicate all’università, al lavoro, nella vendita, come partecipante di corsi e conferenze e come relatore.

Non ultimo, proprio in questi giorni, le sto utilizzando nel preparare il materiale formativo interno (slide, manuali ecc. ecc.) per il mio team di formatori e consulenti.
Se ancora non conosci queste tecniche o vuoi imparare ad utilizzarle al meglio ecco le date dei prossimi corsi di apprendimento rapido: ci sarà anche un’edizione vicentina a novembre!
Torino: 17-18-19 settembre
Milano: 29-30-31 ottobre
Vicenza: 5-6-7 novembre
Bologna: 3-4-5 dicembre
Imparerai a memorizzare qualsiasi tipo di dato, a rilassarti e concentrarti e a ricordare a lungo termine per affrontare qualsiasi impegno di studio e lavoro con facilità!
Scrivimi per avere maggiori informazioni!

Dove e con chi

Proprio in questi giorni si stanno consolidando i risultati di un percorso di rinnovamento iniziato quasi due anni fa.

Cambiamenti legati principalmente al lavoro ma che, ovviamente, incidono su tutto il resto; cambiamenti che non derivano in realtà da obiettivi particolari ma da alcune considerazioni più generali.

Ho infatti concentrato la mia attenzione su DOVE lavorare e CON CHI, senza ovviamente tralasciare gli aspetti che più mi piacciono della mia attività .

Già in passato la strategia di concepire i programmi per il futuro in termini di attività piuttosto che di obiettivi specifici si é rivelata estremamente efficace.

Continue reading

Ancora successi con le Mappe Mentali

Oggi pubblico alcuni messaggi di Monica (con la sua autorizzazione, ovviamente) che ha frequentato il corso di mappe mentali lo scorso anno a Padova.

Mi piace condividere i suoi successi perché si tratta di un’imprenditrice affermata che ha deciso, nonostante fosse lontano il tempo della scuola, di rimettersi in gioco e, soprattutto, “sui libri” iscrivendosi all’università !

Sai, bisogna essere aggiornati per rimanere competitivi” mi ha detto quando ci siamo conosciuti.

Ha dato il suo primo esame pochi giorni dopo il corso, queste le sensazioni:

Avrà risultati tra dieci giorni, la sensazione è che sia andato bene. Se non avessi mappato non ne sarei uscita viva“.

Chi già  utilizza le mappe su grandi quantità  di informazioni e/o su materie complesse probabilmente ha provato la stessa cosa!

La settimana scorsa torna a scrivermi:

Desideravo rinnovarti il successo delle mappe, sono riuscita a superare esami all’università  impensabili, grazie alle mappe. Un abbraccio e W le mappe“.

e successivamente:

ti dirà di più, qualcuno mi chiede come ho fatto a superare istituzioni di economia politica al primo colpo… con quel docente è risaputo che si rifà  3 / 4 volte. In aggiunta su 16 siamo passati in 6“.

che dire, ha proprio ragione Monica: W LE MAPPE! ;-)

Le mappe sono uno strumento straordinario, flessibile, utile nello studio quanto al lavoro.

Per chi volesse approfondire l’argomento l’appuntamento è per sabato 13 febbraio a Padova.

Richiedi maggiori informazioni!

L'Eccezionale Tecnica degli Schemi Mentali L’Eccezionale Tecnica degli Schemi Mentali
Il sistema per stimolare la creatività , alimentare la memoria e migliorare l’apprendimento – Pnl
Eric De La Parra Paz – Maria del Carmen Madero Vega

Compralo su il Giardino dei Libri

Mappe Mentali Mappe Mentali
Come utilizzare il più potente strumento di accesso alle straordinarie capacità  del cervello per pensare, creare, studiare, organizzare…
Tony e Barry Buzan

Compralo su il Giardino dei Libri

Prime novità 2010

Prima, piccola, ma interessante novità del 2010: ho rifatto il “look” al leggendario corso di tecniche di apprendimento.

Non più un singolo seminario ma ben TRE appuntamenti distinti;  in ogni workshop tratto un argomento specifico in modo approfondito. In questo modo è ancora più semplice, per chi partecipa, acquisire dimestichezza e velocità con le tecniche insegnate.

In particolare i tre argomenti affrontati negli incontri sono: Mappe Mentali, Lettura Veloce e infine Tecniche di Memoria e Metodo di Studio.

Ma le novità non finisco qui!

La nuova struttura permette infatti, a chi lo desidera, di personalizzare il proprio percorso formativo scegliendo a quale dei tre corsi partecipare e in quale ordine.

Inoltre è già pronta l’aula virtuale che utilizzeremo per i follow-up post-corso, condividere il materiale didattico, link, ecc. ecc.

Approfondisci l’argomento sul sito del corso e, per partecipare, scrivimi!

Ecco i 5 errori più comuni che rallentano la tua lettura!

sapevi che la maggior parte di noi ha imparato a leggere in un modo sbagliato?!

Per questo motivo quasi sicuramente anche tu continui a leggere ripetendo alcuni errori che ti impediscono di aumentare la velocità di lettura e migliorare la comprensione…

vediamoli insieme!

ERORRE N1 – POSTURA SCORRETTA
Ebbene sì, la postura che tieni durante la lettura ne determina la qualità.
Mantenere una posizione adeguata mentre si legge migliora la nostra capacità di attenzione e riduce l’affaticamento degli occhi.

ERORRE N2 – MANCANZA DI OBIETTIVI CHIARI
Quasi nessuno è abituato a porsi degli obiettivi di lettura chiari e rilevanti. Così facendo lo stile e le tecniche di lettura che adottiamo sono sempre le stesse, indipendentemente dal contenuto del testo affrontato e dall’utilizzo che ne faremo.

ERORRE N3 – MANCANZA DI FORMAZIONE ADEGUATA
Se l’ultima volta che qualcuno ti ha insegnato a leggere è stato quando eri alle scuole elementari dovresti intuire da solo che, probabilmente, la tecnica che utilizzavi a sei anni non è più adeguata alle tue esigenze attuali: aggiornati!

ERORRE N4 – SUB-VOCALIZZAZIONE
Ovvero: ripeti mentalmente le parole che leggi e, soprattutto, sei convinto che ti serva per capire quello che stai leggendo….

ERORRE N5 – MICRO-FOCALIZZAZIONE
Sempre a causa di come abbiamo imparato a leggere la maggior parte dei lettori tende a focalizzare l’attenzione solo su singole parole o, addirittura, porzioni delle parole. Questa errata abitudine rallenta tantissimo la lettura!

Scopri come correggere questi errori e migliorare drasticamente le tue abilità di lettura!

.

Mappe Mentali al Lavoro

Le mappe mentali possono essere uno strumento molto utile anche in un contesto lavorativo per stabilire connessioni tra idee e concetti e quindi aiutare le persone ad imparare più facilmente.

Nella mappa mentale l’argomento principale è sempre nel mezzo; dal centro si diramano poi diverse sotto sezioni che non devono necessariamente essere connesse tra di loro pur rimanendo connesse all’argomento centrale. Le mappe mentali hanno diverse applicazioni possibili e sono particolarmente utili per chi predilige strumenti visivi nell’apprendimento. Vediamo alcune applicazioni possibili al lavoro sono.  Continue reading

Mappe mentali nei corsi di formazione/aggiornamento professionale

A pochi giorni dal termine dell’ultimo corso di apprendimento tenuto a Milano ho ricevuto la mail di una partecipante, che di mestiere fa il promotore finanziario, entusiata delle mappe mentali.

Mi ha autorizzato a pubblicarla e lo faccio volentieri:

“ciao claudio!
sono a roma per un corso di tre giorni, in un aula con 23 colleghi, un docente bello incravattato etc…
corso obbligatorio per mantenere la certificazione efa (importantissima per il mio lavoro).
prima di iniziare ero già  annoiata…idea: provo ad usare le mappe!
risultato perfetto:
il docente che mi vede colorare incuriosito mi chiede cosa stessi facendo, gli ho spiegato in modo abilmente vago che stavo schematizzando la sua lezione…fighissimo inizia a spiegare facendo degli schemini anche lui! …non belli come la mia mappa ma è un inizio…
la macroeconomia l’ho studiata in tanti modi e la conosco molto bene…con le mappe è anche divertente!
grazie!
e complimenti…”

Se vuoi imparare anche tu ad utilizzare le mappe mentali scrivimi (e visita questo sito: BusyPeople.it)

Mappe Mentali Mappe Mentali
Come utilizzare il più potente strumento di accesso alle straordinarie capacità  del cervello per pensare, creare, studiare, organizzare…
Tony e Barry Buzan

Compralo su il Giardino dei Libri