Perché Lyoness non è una buona pubblicità per il centro estetico

lyonessMolte clienti mi chiedono cosa ne penso di Lyoness, come strumento di promozione del centro estetico. Rispondo in questo articolo, in cui argomento due opinioni personali:

1. Lyoness è, potenzialmente, uno strumento utile per il consumatore.

2. Lyoness non è adatto per promuovere il centro estetico e per acquisire nuovi clienti.

Ti anticipo che questo articolo è piuttosto lungo e ci sono anche diversi numeri: se preferisci le soluzioni facili e miracolose promesse da qualche guru del marketing, dalla tua casa cosmetica o dal motivatore di turno, NON continuare a leggere.

Cos’è Lyoness

E’ “una comunità d’acquisto internazionale senza confini merceologici e programma fedeltà per il commercio regionale, nazionale e internazionale” in parole semplici si tratta di una sorta di carta fedeltà con due caratteristiche interessanti:
1. è utilizzabile per gli acquisti più svariati, presso diversi esercenti nelle categorie più disparate
2. invece di accumulare punti per l’ottenimento di premi, l’utilizzo della carta riconosce, all’utilizzatore, un ritorno direttamente in denaro (cash back), a seconda degli acquisti fatti (solitamente il 2% di quanto viene speso viene ri-accreditato)
Se vuoi informazioni più precise e dettagliate puoi leggertele sul sito Lyoness, non è di questo che voglio scrivere qui.

Lyoness come promozione della tua azienda

Facciamo subito un esempio per capire come funziona.

Se io fossi un possessore della carta Lyoness e tu un centro estetico convenzionato, presentando la mia carta ad ogni pagamento presso il tuo centro attiverei un sistema di incentivi che, per ogni mio pagamento, porterebbe vantaggi a 4 soggetti:
- Lyoness stessa (ovviamente) come retribuzione per tutto il sistema,
- me medesimo, con un ritorno dell’1% o 2% della cifra spesa
- la persona che mi ha inserito nel sistema (magari sei proprio tu), che guadagna una piccola percentuale (0,5%) su tutti gli acquisti fatti dalle persone che lei ha “attivato”. Questo bonus amicizia è valido sui primi due livelli (quindi viene riconosciuto un ulteriore 0,5% a chi ha avviato il tutto).

Insomma, per ogni spesa che faccio nel tuo centro estetico, ci guadagnano un sacco di persone. Ricordati però che questa carta non riconosce punti o premi, ma denaro vero e proprio: da dove verranno i soldi per pagare tutte queste percentuali?
Lo spiego più avanti.

Quindi, perché Lyoness viene proposto come strumento di promozione del centro estetico?

Uno dei motivi, presunti, è che i possessori della carta, per avere sempre più rimborsi dei soldi spesi, sceglieranno di servirsi da fornitori convenzionati; in questo modo ci saranno nuovi clienti che sceglieranno il tuo centro estetico se lo trovano nell’elenco delle aziende convenzionate.

Non credo che possa funzionare per almeno tre motivi:

1. la relazione della cliente con la propria estetista, data la natura dei servizi, è piuttosto intima e personale: difficilmente una cliente ti sceglierà perché da te può usare la carta lyoness. Tra i vari motivi per sceglierti (fiducia, comfort, pulizia, professionalità) i “bollini della spesa” sono tra gli ultimi posti.

2. se una cliente, invece, decidesse  di sceglierti proprio per la raccolta punti sarà una cliente fortemente sensibile a scontistiche e promozioni e, quindi, molto difficile da sviluppare.
Vedremo in seguito inoltre che, una cliente che utilizza questa card da te, è una cliente su cui è difficilissimo creare marginalità.

3. qualora il sistema diventasse molto diffuso, come Lyoness prevede, ci saranno (ahimé) moltissimi centri estetici convenzionati e quindi, anche queste clienti, continuerebbero a scegliere in base ad altri criteri (ad esempio la vicinanza).

Economicamente, conviene?

Il sito recita “Lyoness costituisce un network globale dal quale gli aderenti e le imprese convenzionate traggono vantaggio: gli aderenti ricevono ritorno di denaro, mentre le imprese convenzionate acquisiscono clienti fidelizzati ai quali offrono volentieri vantaggi speciali.”

Ricordi tutte le percentuali viste sopra? Brevemente:
- CASHBACK
- BONUS DIRETTO
- BONUS  INDIRETTO
- LYONESS (più un complicato sistema di extra bonus per gli utilizzatori)

Chi paga per tutti questi bonus? Tu, ovviamente, se decidi di affiliare la tua azienda.

Perché dovresti pagare per questo servizio? Perché, in teoria, ti permette di inserirti in un network di aziende convenzionate ed essere scelta da nuovi clienti.

In effetti un aspetto apparentemente positivo c’è: essendo un costo che paghi in percentuale solo sugli acquisti fatti dai clienti possessori della card, si tratta di una sorta di investimento in marketing con ritorno garantito, paghi solo se e quando incassi, ma continuerai a pagare ogni volta che il cliente usa la card, quindi anche per clienti già fidelizzati che sarebbero venuti comunque. Inoltre, la marginalità su quei clienti sarà sempre erosa.

Il costo per il centro estetico, infatti, è circa il 10% per ogni acquisto associato alla card; per qualsiasi servizio, per ogni cliente che utilizza il sistema.
Considerato che il 22% dei tuoi prezzi è dato dall’IVA, immagina di abbassare tutto il tuo listino del 32% (10+22), dalla cifra che rimane dovrai togliere tutti i costi (personale, struttura, prodotti, ecc. ecc.) le tasse, e sperare di guadagnare con quello che rimane.

La mia esperienza mi dice che difficilmente rimarrà qualcosa per te.

Non dobbiamo però dimenticare che, se sei tu stessa a proporre il sistema Lyoness alle tue clienti, ti garantisci un ritorno in percentuale sugli acquisti che tutte le tue clienti fanno, non solo all’interno del tuo centro estetico, ma anche fuori, quando fanno la spesa, benzina o shopping in generale. Immaginando di coinvolgere un centinaio delle tue clienti in questo sistema ti puoi garantire una percentuale sugli acquisti di una piccola comunità di consumatori che ti garantirà, ogni settimana, delle rendite. Giusto?

In teroria sì, in pratica, ovviamente, no.

Proviamo a fare qualche calcolo insieme.

Come sistema per fidelizzare e acquisire clienti.

Tu estetista investi il 10% del tuo incasso per fidelizzare e potenzialmente avere nuovi clienti:

se incassi €5.000 devi pagarne €500, se incassi €10.000 il tuo costo sarà di €1.000.
Conosco metodi molti più sicuri e remunerativi per investire €1.000 in marketing. E tu, sei sicura che sia il modo migliore di spenderli?

Opportunità di guadagno e rendite

Crei la tua rete con le tue clienti, e guadagni lo 0,5% sui loro acquisti e un ulteriore 0,5% sugli acquisti delle persone che loro coinvolgeranno.

Immagina di riuscire a coinvolgere 100 delle tue clienti e tutte loro utilizzano regolarmente la card (da te o fuori). Se ciascuna di loro fa acquisti per €100 mese in totale spendono €10.000 e tu hai un guadagno extra, senza fare nulla, di €50! (cinquanta euro).

E in più hai anche perso il 10% su tutti i servizi che loro hanno acquistato da te. (Pensa se la usano meno clienti o spendono meno di €100 a testa di media…).

Non dobbiamo però dimenticare  che guadagni lo 0,5% anche sugli acquisti delle amiche delle tue clienti (a patto che le tue clienti riescano, a loro volta, a coinvolgere le loro amiche). Ipotizziamo che vengano coinvolte altre 50 persone e ciascuna di loro spende, con la carta, circa €100 al mese. In questo caso, ai tuoi €50, se ne aggiungerebbero altri €25 senza che tu debba fare alcuno sforzo :-).

Ovviamente le cifre potrebbero aumentare di molto se la tua rete di consumatrici aumentasse oppure se la spesa media non fosse di €100, ma molto superiore. Ma è molto difficile che tutto cià accada spontaneamente e in poco tempo. Come tutti i sistemi di questo tipo, per funzionare, richiede che tu ci dedichi tempo costantemente per coinvolgere le tue clienti, motivarle ad usare sempre la card, motivarle a coinvolgere altre clienti ecc. ecc. Praticamente diventa un lavoro che si aggiunge a quello che stai già facendo. Nel giro di qualche anno, in teoria, dovresti vedere dei risultati più importanti (sempre che ci sia ancora tutto il sistema).
Ma tu, quanto tempo e quanta voglia hai di fare, oltre al tuo, anche un altro lavoro?

Se sei arrivata fin qui, mi piacerebbe conoscere il tuo parere, scrivilo nei commenti.

242 thoughts on “Perché Lyoness non è una buona pubblicità per il centro estetico

  1. Bravo Claudio…un po di chiarezza ci voleva…in più, altro particolare… se in piu di 10 anni che è sul mercato non hanno ancora un buon mercato…un motivo ci sarà…??? o no???

      • non hanno ancora un buon mercato???????? ma conosci i fatturati che facciamo ????? informati va….

        • più di 5000 cashback points solo in Italia, azienda come vodafone, tamoil, apple, zalando, amazon, ebay, mcdonalds convenzionate… continua crescita esponenziale (e a novembre arriverà il bello)…

          • Apple NON E’ AFFILIATA. se vai da Apple e chiedi chi è Lyoness NON-LO-SANNO!!! è falso dire che “ci crede anche Apple”. è Lyoness che ha sottoscritto il programma affiliati di Apple.. BEN DIVERSO CARO , BEN DIVERSO! https://www.apple.com/it/itunes/affiliates/ perchè la tessera non è accettata negli Apple Store? vediamo se sai rispondermi. smettete di fare falsa informazione grazie. PS: sono 2 anni che “aspetto il bello”, così come le pubblicità in TV e tutt’italia affiliata. io aspetto…

          • Io faccio parte di un altro network, pero’ (anche se dovrei sparare a zero sulla “concorrenza”) mi sento di dire che nella tua relazione c’e’ un piccolo errore e cioe’ che la spesa per ogni cliente e’ di 100 € e che difficilmente possa essere di piu’!!! Io non so’ dove vivi tu, ma io al mese SOLO DI BENZINA spendo 200€. Il sistema puo’ funzionare, nessuno regala soldi ma ci deve essere sotto un lavoro… un duro lavoro. Ciao A tutti

          • senza offesa ma ti faccio presente che, secondo i dati ufficiali, la percorrenza media italiana in auto è di 12000km annui … circa 30km al giorno

            (da cui appunto l’idea di spingere auto elettriche con autonomie di “soli” 130~180km + che sufficienti per la maggior parte delle persone)

            capisci bene che i tuoi 200euro di benzina al mese sono solo un’eccezzione che quindi non fa testo,
            la maggior parte delle persone con quella cifra va oltre i 4 mesi!!!!

            inoltre ti faccio presente che le carte (anche quelle dirette dei distributori che ti danno punti) funzionano SOLO sul SERVITO ,
            dove ovviamente il prezzo è nettamente più caro

            e quindi tanti saluti al risparmio,
            cioè senza carte e cartine andando ad un automatico (pompa bianca del carrefur) risparmio decisamente di più che su un servito tamoil con lyn (tra l’altro non la accettano tutti ma solo i distrib convenzionati…. quindi devi anche andare a cercare il distributore giusto…)

            sinceramente non vedo nè la comodità nè la convenienza

      • Ma, io sto valutando di entrare e il tuo articolo mi sta spingendo a farlo.
        i complimenti perché qualche visita al tuo sito te la sei costruita.
        Lo sai quanto sono le spese di Marketing, quanto costa una campagna stampa, una campagna seo per il tuo sito web. Un social media manager che ti segua?
        Non a caso lo stato prevede spese pubblicitarie standard intorno al 15-20% sul datturato fino a punte del 35%
        qui paghi sul venduto e i costi variabili non sono costi.
        qui paghi dall’8 al 10% fatturato su operazioni andate a buon fine. Dove lo vedi l’inghippo. inoltre hai un ritorno dello 0,5% su tutto il volume di spesa di tutti i tuoi clienti. un mio conoscente ha dato 1000 tessere e riceve 60 euro a settimana dalle spese fatte dai suoi clienti in altri punti vendita. Perché no?

      • Buon giorno
        mi è capitato per caso il vs articolo, generalmente non intervengo in tali argomenti però in questo caso ritengo doveroso, nei confronti dei clienti e di tutte le ditte che rappresentano il sistema Lyoness. L’articolo indica molti condizionali molti “ma” e “se”. esistono numerosi Centri estetici convenzionati con Lyoness che hanno avuto un incremento di fatturato notevole e una diminuzione di spese. Cio dati “alla mano” (da ingegnere sono abituato a parlare su cose certe, non su supposizioni. E’ errato:
        1 Il costo del 10% che al max è l’8% detratto sul fatturato dei clienti Lyoness che, tra l’altro, essendo spesa pubblicitaria, viene recuperato al 100% (art. 108 del TUIR);
        2 Il “bonus amicizia” dello 0,5% è dato al netto delle ritenute d’acconto praticate da Ly alla fonte (trattasi di segnalazioni pubblicitarie 173/2005 e s.m. e i.):
        3 In Lyoness esistono diverse opportunità di guadagno per le ditte, oltre a quella dei bonus amicizia citati (provvigioni dagli shopping points generati dai clienti, etc.,).
        Invito comunque l’autore dell articolo a documentarsi meglio, contattando un Aderente, un Marketer o una Ditta convenzionata con Lyoness, per avere dati certi dai quali fare valutazioni altrettanto veritiere, considerando anche che le ipotesi e le supposizioni, oltre che disorientare i lettori configurano anche danni all’azienda, ai clienti e alle ditte che aderiscono. Grazie

        • Ti ringrazio per il tuo commento. Io e il mio compagno facciamo parte di questo network e abbiamo convenzionato l’azienda, una pizzeria per la precisione. Ho trovato l’articolo poco chiaro, ad essere sincera, e confuso. Concordo con l’eccessivo uso di condizionali, “se” e “ma”. Vista la moltitudine di aziende convenzionate trovo troppo approssimativa e bassa la spesa stimata di 100 € al mese per persona, sopratutto se consideriamo che tutte o quasi le spese dell’azienda (qualunque essa sia) posso essere veicolate nel sistema. Mi spiego meglio. Immagino che il centro estetico sostenga spese di luce, acqua e gas. Una delle aziende convenzionate è illumia che prevede il cashback e gli shopping point sia ai consumatori che alle aziende, con le quali tra l’altro può instaurare un rapporto di B2B (ma questo stranamente non viene menzionato). Altro punto che non viene affrontato è la possibilità per il titolare di entrare nel sistema come marketer che comporta altre 10 forme di guadagno oltre alle 3 presentate con superficialità. Sinceramente quando ho letto la sezione “chi sono” ho avuto l’impressione di trovare una persona competente ma ahimè non lo è su Lyoness e il fatto che addirittura si metta a creare articoli sull’argomento mi ha delusa.

          • “Una delle aziende convenzionate è illumia che prevede il cashback e gli shopping point sia ai consumatori che alle aziende, con le quali tra l’altro può instaurare un rapporto di B2B”

            se guardi sul sito illumia applica la stessa IDENTICA tariffa oraria per i contratti con o senza lyoness anzi con lyoness c’è anche lo svantaggio di avere le tariffe bloccate solamente x 2 anni mentre senza lyoness sono bloccate 3 anni! (basta che te le alzano un minimo al terzo anno è già perdi quel poco di cashback)

            ma il succo è : cosa me ne faccio di un ritorno cashback 1% (irrisori su 2000euro l’anno son 20 euro) se tanto altrove trovo già tariffe minori che mi fanno risparmiare più di quei 20 euro annui?

            la stessa cosa vale per il resto dalla benzina al centro estetico….e vale per lyoness come per molte altre carte
            la maggior parte delle persone non ha nè tempo nè voglia di sbattersi con carte e cartine o passare attravero altri siti per comprare per risparmiare quattro spiccioli (e forse nemmeno quelli…)

            “Altro punto che non viene affrontato è la possibilità per il titolare di entrare nel sistema come marketer che comporta altre 10 forme di guadagno oltre alle 3 presentate con superficialità.”

            QUALI?
            non capisco perchè NESSUNO di voi spende 5 minuti per elencarle e spiegarle nel dettaglio (a difesa della Vostra tesi, altrimenti è inutile intervenire continuante a parlare di disinformazione se siete i primi a NON informare…..)
            anche questa è superficialità,

            personalmente ho dedicato 5 ore del mio tempo e una cena per seguire uno degli incontri proposti, e anche lì purtroppo ho notato la stessa mancanza di serietà e trasparenza (vedi gli altri miei interventi, ometto punti molto importanti ….)

            non credo sia questo il modo onesto di proporre un business

        • anche a me, come te, piace essere concreto :

          “1.Il costo del 10% che al max è l’8% detratto sul fatturato dei clienti Lyoness che, tra l’altro, essendo spesa pubblicitaria, viene recuperato al 100% (art. 108 del TUIR);”

          se permetti è palese che, se faccio un investimento per la mia attività , lo possa detrarre come costo,
          è assurdo affermare che questo è un vantaggio ….siamo seri, questo è l’abc

          e scaricare il costo non significa affatto che “viene recuperato”, semplicemente lo vado a sottrarre dai ricavi e di conseguenza perdo 10% di introito (come spiega anche l’articolo)

          Riesco a recuperarli solo se ottengo dal circuito NUOVI clienti che in quel caso mi permettono di coprire questo e tutti gli altri nuovi costi (incluso il tempo che dedico a lyoness per la mia attività, che diversamente potrei impegnare per avere altri introiti).

          “2. Il “bonus amicizia” dello 0,5% è dato al netto delle ritenute d’acconto praticate da Ly alla fonte (trattasi di segnalazioni pubblicitarie 173/2005 e s.m. e i.):”

          il bonus 0,5% c’è solo sui primi due gradi diretti,
          per tutti gli altri sottoaffiliati la % tende a zero più sono distanti da te ovviamente

          quindi bisogna fare molti contatti diretti;
          anzi bisogna fare molti contatti diretti che usino molto il circuito o più che altro che facciano annualmente acquisti alti;
          e devono farlo in modo continuativo, costante nel tempo (magari anche incrementando gli importi….)

          capisci bene che il mix delle tre cose è veramente difficile, oggi le proposte commerciali sono tantissime e cambiano continuamente, la gente fa le tessere ma poi se le dimentica, cambia idea o non le usa, si stufa, va altrove … ottenere anche solo 50 tesserati che ti fanno 500 euro annuali è dura : fatti due conti quanto prenderesti e vedi che non ti ricopri nemmeno del tempo dedicato a tale scopo

          “3 In Lyoness esistono diverse opportunità di guadagno per le ditte, oltre a quella dei bonus amicizia citati (provvigioni dagli shopping points generati dai clienti, etc.,).”

          se ne esistono diverse perchè non le elenchi spiegandone almeno una nel dettaglio?

          l’unica indicata tra parentesi non porta granchè….

          Perdonami ma, in questo tuo intervento, non vedo la minima traccia della “concretezza” di cui parlavi all’inizio

      • Sono curiosa…quanti e quali altri aspetti a sfavore di questo sistema ci sono a tuo avviso?!?

      • In un azienda di parrucchieri due soci come funziona.? Un socio ha fatto premium , i clienti come vengono inseriti

    • La chiarezza deve essere fatta in modo completo e non dicendo che se un’azienda in 10 anni non ha mercato non è seria… Lyoness è un’azienda molto seria, cresce in modo lento ma costante per il semplice motivo che se crescesse in modo veloce pubblicizzandosi si brucerebbe il mercato. Ci sono tantissimi luoghi dove non ci sono aziende convenzionate, di conseguenza se la gente avesse la tessera e non potesse spendere parlerebbe male di questa comunità d’acquisto. La crescita è e sarà lenta e continua perchè il cliente deve capire come usarla (cashback, buoni, mobile, online) e deve essere educato all’uso… io sono premium partner ed ho anche convenzionato la mia attività che in pubblicità ha speso miliardi di vecchie lire e migliaia di € negli anni. Di una cosa sono felice (questo a prescindere dal centro estetico, dal bar, dalla concessionaria o dal salumiere): pago un servizio solo dopo aver incassato, esemplare! e soprattutto mi sto prendendo dei clienti che mai sarebbero venuti da me…devo essere scontento? Sul discorso che un domani ci saranno tantissime aziende dico…non lo so, può essere…per ora c’è selezione e non entrano tutti a caso: c’è selezione ed esclusività poichè Lyoness premia chi crede in un progetto nuovo e tutela l’azienda convenzionata perchè il titolare è quello che farà passaparola e farà crescere l’idea tra la gente. Denoto una certa superficialità nell’articolo ma dai tanti blogger è comprensibile. Il problema della gente tante volte è proprio quello di fermarsi sul “sentito dire” senza provare un’esperienza nuova (positiva o negativa che sia) sulla propria pelle. Allora è giusto continuare a lamentarsi e criticare ma così non si crescerà mai…e questo è uno dei gravi problemi italiani…leggere un articolo in internet o ascoltare un tg e darlo per veritiero.

      • Ti ringrazio per il tuo contributo che, almeno, tenta di aggiungere informazioni, a differenza di altri commenti che, purtroppo, denotano solo posizioni arroccate, non aggiungono informazioni a chi deve prendere una decisione e contribuiscono a danneggiare l’immagine di un sistema che, lo ribadisco per l’ennesima volta, non è “sbagliato” in assoluto.

        • questo bellissimo progetto nato e funzionante in Austria dal 2003, è diventato ormai una realtà in 46 stati nel Mondo, con più di 5.000.000 di aderenti nel complesso, In Italia, attualmente, hanno aderito oltre 445.000 persone in questa grande comunità d’acquisto, e ogni mese si aggiungono in media 18.000 persone e con oltre 6.700 imprese convenzionate.
          Questo successo è dovuto al fatto che i privati possono aderire senza spendere un euro, e possono fare aderire i loro amici o contatti senza che loro spendono nulla, tutto gratis!!!
          Lo scopo è quello di fare le spese quotidiane, famigliari e anche aziendali, presso le aziende del circuito che riservano importanti ed unici vantaggi ai loro clienti.
          Da cui nasce la grande opportunità di fare aderire anche le piccole imprese locali, con maggiori vantaggi per tutti i clienti.
          Non c’è alcun obbligo di fare autoconsumo e di essere attivi ogni mese, ma, una volta compreso il virtuoso meccanismo del circuito, sarà naturale diventare clienti, visto che ci pagano ad ogni acquisto, magari anche cambiando i nostri fornitori abituali e sceglierne uno che è nel nostro circuito… senza cambiare il nostro stile vita.
          Questo è Lyoness non è fantascienza. Ogni martedì mi mandano il mio dovuto, questo dal 1 aprile 2014 da quando sono entrato. Saluti Natale

        • Nelle grandi distribuzioni la tessera non è accettata.. ci vogliono i buoni… sicuramente se apple è convenzionato devi prendere i buoni. . Se non lo è ci sono un sacco di grandi distribuzioni convenzionate con lyoness

        • Il fatto che tu faccia un commento in “anonimo” e senza motivazioni valide a sostegno della tua affermazione denota una mancanza di contenuti e basi. Troppe volte ho sentito liquidare un progetto dicendo “è una bufala”, “fregatura”, “truffa”. Invece di fare commenti approssimativi consiglio vivamente di acculturarsi in materia nei numerosi siti come tra altri “TutelaConsumatore.org”e “Lyoness verità”; se proprio volete fare un salto di qualità leggete “Network offlines” di Carolina Guerrini docente universitaria che nel suo libro afferma che “…Lyoness è l’unica azienda al mondo che mostra un potenziale universale…”. Se alla fine di un’istruzione accurata in materia ci sarà ancora qualcuno che definisce Lyoness una “bufala”, beh, sono certa siano persone che rimarranno a vita confinate nei quadranti di sinistra ( “I quadranti del Cashflow” di Robert Kyiosaki). Esiste una quantità enorme di libri in materia economica, network e crescita personale, nonchè corsi on-line che potrebbero aprire gli occhi a tali scettici!!!! Indubbiamente è più comodo criticare che prendersi la briga di informarsi.

          • vale anche il viceversa:

            esiste una quantità enorme di siti e di libri che ne parlano in modo negativo con tanto di dati alla mano, non solo sul suo funzionamento ma anche sui modi in cui viene proposto

            quindi chi ti dice che ti sei informata veramente?

            come tutte le cose c’è chi ne parla bene e chi male,
            avrà i suoi pregi e suoi difetti e sicuramente ci saranno realtà dove può funzionare altre no…

            Detto questo nessuno ci impedisce di discuterne pacificamente mantenendo la propria opinione divergente,

            ma nel momento in cui sali in cattedra e imponi il tuo pensiero come fosse vangelo, denigrando chi la pensa diversamente da te sei tu che ti metti da sola nell’angolo (di sinistra o destra fai come preferisci) mostrando una mentalità molto ristretta (e poco incline ad attività imprenditoriali)

            Se vuoi capire un’azienda, una persona, non ascoltare quello che ti dice o quello che gli altri dicono di lei…. GUARDA QUELLO CHE FA

            (e lyoness sinceramente non fa molto….)

    • In realtà non è stata fatta molta chiarezza…. alcuni punti sono esatti, altri un pò meno ;)

      • Che cosa non è chiaro? È tutto molto chiaro e conveniente per il consumatore intelligente e per l azienda aderente.

    • Poca informazione vedo che avete.
      D altronde si è sempre stati abituati ad averne poca su questo Paese,oltretutto la pigrizia è sovrana,quindi nemmeno ci si va ad informare,si parla per sentito dire troppo spesso.

    • Scusate, ma conoscete i costi di pubblicità su riviste cartelloni stradali volantinaggio ecc ecc.? Io si li ho fatti e non ho mai avuto riscontri di successo, con Lyoness li ho avuti eccome anche con clienti dall estero. Informatevi meglio!!!

    • Lyoness sta spopolando in Italia quindi è’ assolutamente falso quello che scrivete. Sono un’azienda convenzionata con una lifeline di oltre 2.000 persone. Le % per pagare Lyoness le detraggo al 100% e tutto ciò che ricevo va tutto non nel’azienda ma sotto il profilo personale…quindi se un’azienda si convenziona ed è’ attiva e in filosofia è’ tutto di guadagnato.

      • bene, le % le detrai… e poi ricevi di ritorno un guadagno(??) sul profilo personale dove viene tassato secondo la legge in vigore,
        ti sei mai chiesto ( vale anche per gli acquisti per l’ azienda ) quanto dovresti invece pagare di tasse se il tuo guadagno fosse aziendale e non privato? e secondo il tuo punto di vista, l’ ufficio delle entrate non potrebbe considerarlo una ipotesi di evasione fiscale?????

  2. Grazie Claudio! L’articolo è molto utile a riflettere anche su tantissimi altri circuiti legati a network marketing che, con percentuali diverse, danno gli stessi servizi! Lo scopo di questo strumento sicuramente era arrivare alla grande distribuzione organizzata ma date le percentuali così alte ha avuto una risposta molto bassa! Un altro spunto che mi viene in mente è:
    Quante clienti target stanno usando questo circuito e grazie a lui posso venirne in contatto? Sono disposta ad investire SEMPRE tra i 400€ ed i 600€, cioè il 10% del fatturato di una cliente target, solo perché questo circuito mi ha “segnalato un contatto buono”? Se consideri che magari ne vengono due, mi converrebbe quasi di più offrire una cena a tutte le clienti, magari lì qualche amica la portano ed ha un costo 20 volte minore!

    • Sì, se vai a fare i costi sul singolo cliente vedi ancora meglio quanto poco sia vantaggioso. Peccato che molte estetiste si lasceranno ugualmente ammaliare ma, basterebbe fare due conti.

      • ma perché? sono parzialmente daccordo sul fatto del rapporto confidenziale con l’estetista, ma per il resto può risultare un vantaggio per dare ai clienti tessere sconto per spendere nel circuito e quindi ritornano soldi (pochi, ma ritornano)

        • perchè i clienti si scocciano anche solo se glielo proponi,
          tu saresti contento di andare dal parrucchiere e sentirti proporre anche lì l’ennesima carta? con relativa filippica sul risparmio e convenienza?
          io non apprezzerei, ancor meno sapendo che me la propina perchè lui guadagnerà sui miei acquisti,
          non solo non la prenderei ma cambieri parrucchiere

    • si brava. offrigli la cena. nel frattempo un tuo concorrente entra e perdi pure quelle clienti che hai.
      Come il mio ottico che dopo trenta anni ( mi considerava suo cliente vero???) non mi ha piu visto perche un suo collega è entrato nel circuito.

      • il mese scorso ho provato un ottico convenzionato….
        tre paia di occhiali ….900,00 euro persi dal mio ex ottico che non ci crede.

        • due mesi fa il mio ottico di fiducia, per gli occhiali nuovi mi ha fatto una sconto di 50 € su 300 € pari al 16%…in un negozio convenzionato lyoness avrei avuto 6 euro massimo di ritorno. Continuo ad andare da lui….! :)

          • Bravo un altro che ha poche informazioni.
            Meglio più spazio per altri.

          • si ma il tuo ottico il 18% di sconto lo ha perso l’altro lo scarica nelle tasse come spesa pubblicitaria quando Lyoness gli fa fattura..
            Ragazzi è inutile il sistema funziona .. fatelo analizzare dal vostro commercialista di fiducia e vedete che vi dice..

          • Quando tutti avranno lyoness e io no tutti dovranno alzare i prezzi per fare sconti e i clienti non si preoccuperanno di trovare un affiliato. E magari io avrò i prezzi più bassi senza sconto.

          • magari a nero, così meglio!

          • Si ma il tuo ottico.che ti.ha fatto uno.sconto del 16% nn sta pagando.una percentuale piu akta di quella richiesta da lyoness? Anzi ti diro no, nn la sta pagando…. perche direttamente nn la.incassa. quindi.sono.soldi.che perde indistintamente…mentre la % che le.aziende.retrocedono a lyoness e’ fatturata e portata in detrazione e il cliente paga il prezzo senza tanto sconti.di.fidelizzazione….

        • si va bene con un cashback di 36 Euro. 4% di cashback perche e’ questo che ti danno. Mica compriamo occhiali tutti i giorni. Un ottico di fiducia se e’ tale 50 euro te le leva comunque!!

      • Scusami ma io non cambierei mai ottico solo per un discorso di convenienza. Con il mio ottico ho un certo tipo di rapporto, mi conosce da anni (con tutta la mia famiglia), ha prodotti di ottima qualità. Non per tutte le cose bisogna guardare solo la convenienza.

  3. Avevo già fatto questo ragionamento a suo tempo quando me l’hanno proposto e infatti ho risposto no grazie!
    C’è un piccolo particolare che ha dimenticato di scrivere: per entrare come azienda chiedono un’ “iscrizione” di 2000 euro + il costo della macchinetta per passare la tessera circa altri 200 euro + almeno 10 posizioni anticipate del valore di 500 euro complessive…. 2700 euro preferisco investirli in altro!!

    • Grazie Sandra, il particolare lo conosco e non l’ho inserito volutamente. Già così mi sembrava abbastanza scoraggiante e poco conveniente come investimento per l’istituto.

      • …giusto questo primo pomeriggio ho avuto un incontro con una rappresentate Lyoness che mi ha proposto l’iscrizione come società…
        Innanzitutto, ringrazio per aver scritto l’articolo e per i post…mi stan aiutando a chiarirmi meglio le idee (più verso il no che il si)
        Volevo aggiungere, che oltre a tutti i costi iniziali presentati, c’è da aggiungere pure il costo delle tessere…
        Il “kit iniziale di entrata” prevede 100 pz x pacchetto Basic e 250 pz x quello Professional poi le sucessive costano Euro 0,70 + IVA …
        Considerato che il potenziale guadagno è dato proprio da quanti più tesserati si riesce ad incrementare… sono altri costi comunque che vanno recuperati… più – ovviamente “abbonamento mensile” x software ecc… di Euro 29,90 x Basi ed Euro 69,90 x Professional…
        (se poi vogliamo essere precisi… si può’ notare anche questa classica tecnica di vendita dei “virgola novanta” …che porta il cervello a pensare più ai 20 Euro nel primo caso e 60 nel secondo…quando poi sono – praticamente – 30 e 70 !!…)
        …poi ad ognuno le sue valutazioni, conti e scelte…
        Io mi sa che preferisco lavorare per la mia attività e non per quella degli altri…

        • Salve Patty, però bisogna considerare effettivamente tutti i costi, vantaggi e svantaggi.
          Realizzare un sistema di loyalty programme per una piccola azienda simile a quello di esselunga, coop etc avrebbe costi decisamente più alti. Ovvero le tessere le dovrebbe pagare ugualmente, il tablet idem e lo sviluppo del software e le app le costerebbero molto di più. E questo per un sistema chiuso aziendale a singolo brand. Invece un sistema “aperto” tipo lyoness rivolto contemporaneamente a più esercenti è sicuramente vincente sul consumatore che invece di scegliere su cataloghi con premi imposti riceve un cashback e punti spendibili in determinate occasioni. il sistema di marketing tutto sommato non è male. Certo non ci si diventa ricchi (salvo esserne i capi) ma questo succede in tutte le aziende :)

          • “Certo non ci si diventa ricchi (salvo esserne i capi) ma questo succede in tutte le aziende ”

            si però mettetevi d’accordo…
            nell’incontro che ho seguito il relatore lyoness era di tutt’altro parere:
            proponeva lyoness come realtà imprenditoriale alternativa, diversa dalle classiche aziende, con possibilità di forti guadagni e forti crescite (basandosi solo sulla propria impegno e bravura)
            indicando anche la sua esperienza come esempio (a mio avviso poco credibile in vari punti)

        • Buongiorno, magari ti hanno detto anche che con quei costi hai un crm tra i migliori al mondo che se lo utilizzi correttamente è un vantaggio enorme per la tua attività….così come il fatto di avere n. Clienti che hanno una tessera con la tua pubblicità sempre in borsa e che potrebbero vedere più volte durante il giorno facendo acquisti personali….etc…
          Ripensandoci, in effetti, forse è meglio seguire la pubblicità tradizionale, pagine di giornale, radio, locandine etc… i cui costi sono esigui e per di più i ritorni certi !
          Meditate gente….

    • Le tue notizia sono errate e approssimative (non per colpa tua!). ti consiglio di chiamare chi ti ha spiegato così e dirgli che studi un pò sennò ne va del nome di un’azienda molto seria…il costo per inserire la propria azienda è di € 1999,00 + iva (UNA TANTUM – fino qualche mese fa era molto meno); nel prezzo però ora ti danno un tablet per poter effettuare le transazioni (v-term) e 250 tessere Lyoness da dare ai tuoi clienti con il logo della tua azienda.
      Ne consegue che il nome della tua azienda girerà nel circondario ma non solo visto che io la tessera la uso anche all’estero come tutti gli utenti ai quali è stato spiegato bene il sistema e la usano assiduamente…Il servizio che poi paghi mensilmente, lo paghi sull’incassato. Se non transi non paghi, se transi paghi un servizio solo su soldi che la tua attività ha già incassato dal consumatore del servizio o prodotto che offri.
      Nel mio caso da giugno ’13 ho transato movimentazioni per quasi 30.000 € di clienti che sono venuti da me solo per essere possessori della tessera e per trarre vantaggio.

      E’ chiaro che Lyoness ha il suo guadagno, penso che nessuna azienda lavori perdendoci o per fare beneficenza…solo che Ly guadagna dando un servizio certo alle aziende che desiderano approfittare del circuito e i titolari delle stesse aziende si prodigano poi per inserire nuovi utenti e nuove attività…IL PASSAPAROLA, LA FORMA DI PUBBLICITA’ PIU’ ANTICA E SEMPLICE AL MONDO… (come quando consigli ad un amico/a di andare a mangiare la pizza nella pizzeria x). Stai facendo passaparola, solo che il tuo passaparola non è remunerato…qui si

    • brava spendili in volantini che più nessuno legge…
      invece di dare un valore aggiunto al tuo centro..

      • nessuno ti ha detto che lo sconto che metti in gioco lo metti nelle spese come pubblicità e lo recuperi…..

          • Le spese pubblicitarie sono interamente deducibili, basta chiedere ad un commercialista ;-)

          • Visto che in materia fiscale c’è un tantino di ignoranza, una spesa deducibile va ad abbattere il reddito sul quale poi vado a calcolare l’imposta da pagare…. faccio un rapido esempio:

            Se io ho reddito per 1000 (magari di cui una parte portato dal circuito Lyoness) ed ho spese di pubblicità per 100, non pagherò l’imposta sul totale bensì su 900.

            E ricordo che le spese di pubblicità sono interamente deducibili, a differenza delle spese di promozione (che non lo sono). In base alla normativa italiana, Lyoness viene incontro alle aziende aderenti anche in questo ambito ;)

    • guarda che la cosa è un pochino cambiata… informati.. e poi se investi in pubblicità cosa vuoi metterci a spendere 2000€..

    • Mi chiamo Natale e vorrei condividere con te questo bellissimo progetto nato e funzionante in Austria dal 2003, è diventato ormai una realtà in 46 stati nel Mondo, con più di 5.000.000 di aderenti nel complesso, In Italia, attualmente, hanno aderito oltre 445.000 persone in questa grande comunità d’acquisto, e ogni mese si aggiungono in media 18.000 persone e con oltre 6.700 imprese convenzionate.
      Questo successo è dovuto al fatto che i privati possono aderire senza spendere un euro, e possono fare aderire i loro amici o contatti senza che loro spendono nulla, tutto gratis!!!
      Lo scopo è quello di fare le spese quotidiane, famigliari e anche aziendali, presso le aziende del circuito che riservano importanti ed unici vantaggi ai loro clienti.
      Da cui nasce la grande opportunità di fare aderire anche le piccole imprese locali, con maggiori vantaggi per tutti i clienti.
      Non c’è alcun obbligo di fare autoconsumo e di essere attivi ogni mese, ma, una volta compreso il virtuoso meccanismo del circuito, sarà naturale diventare clienti, visto che ci pagano ad ogni acquisto, magari anche cambiando i nostri fornitori abituali e sceglierne uno che è nel nostro circuito… senza cambiare il nostro stile vita.

      Ecco le aziende che ci portano vantaggi in Italia, suddivise nei vari modi di acquisto possibili:

      Acquisti con Buoni Originali:
      Euronics, Tamoil, Despar (Supermaket), Simply (Supermarket), Decathlon, Mercatone Uno, OVS, Upim, Coin, Toys Center, Stroili Oro (anche CashBack Card), Bricofer (anche CashBack Card), Takko Fashion, La Grandemela, Otel.com, BluKids, Giustacchini, Naturafit, La Feltrinelli, Hotel Voucher, Martinelli Supermercati, e altri. In totale 24 imprese.

      Acquisti Online del calibro di:
      Apple Store, Microsoft, Qatar Airways, Zalando, Groupon, BeautyPrive (Profumi, Make Up e Cosmetica), Marionnaud (Profumi, Make Up e Cosmetica), Douglas (Profumi, Make Up e Cosmetica), Kiehl’s, Guess, PIXmania, Viagogo, Vodafone (Ricariche Online), Bottega Verde, Hertz, Avis, Mc Affe, Levi’s, Rainbow Magicland, Vistaprint, Voyages-SNCF, MSC Crociere, Gommadiretto, Nike, Sony, MediaShopping, HP Hewlett-Packard, Disneyland Paris, Casa Henkel (Detersivi e altro), Unilever (Detersivi e altro), L’Occitane en provence, Sephora, Mandarina Duck, Swarovsky, Cisalfa Sport, Vola Gratis (Voli e Hotel), eDreams (Voli e Hotel), Ray Ban, Puma, Club Foppapedretti, Guess, Ferrari Store, Philips, Pixmania, Milan Store, Inter Store, Juve Store, Flyenergia (Luce e Gas), BluEnergy (Luce e Gas), Illumia (Luce e Gas), Oregon Scientific, Black Bear IT, Gaastra eShops, Kamiceria, Macrolibrarsi, zChocolat, Banana Republic, Ralph Lauren, Budget, Saywine, GAP, Vivid Racing, CalcioShop, G-Star RAW, Ibavenue, Sticky9, AutoEurope, Superge, Moleskine, Italian Flora, SaferWave, Farmaconvenienza, Floraqueen, Styline Online, Bagalier, Bricoio, Farmaforyou, Buysun, Lensworld, Prenatal, Light in box, Smartbox, AccorHotels, Casasoap, Desigual e tanti altri. In totale 212 imprese.

      Acquisti con la Tessera Cashback:
      Nell’ambito locale troviamo in tutti i settori mercelogici imprese convenzionate dove possiamo utilizzare la nostra Tessera CashBack e trarre vantaggi. In totale 6524 imprese

      Qui di seguito ci sono gli Stati dove noi possiamo avere i nostri vantaggi:
      Australia, Austria, Belgio, Bosnia ed Herzegovina, Brasile, Bulgaria, Canada, Cipro, Croazia, Danimarca, Emirati Arabi, Estonia, Filippine, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Hong Kong, Irlanda, Italia, Lettonia, Lituania, Macao, Macedonia, Messico, Montenegro, Norvegia, Nuova Zelanda, Olanda, Polonia, Portogallo, Qatar, Regno Unito, Repubblica Ceca, Romania, Serbia, Slovacchia, Slovenia, Spagna, USA, Sud Africa, Svezia, Svizzera, Thailandia, Turchia, Ungheria.

      Come funziona questo sistema:
      Ogni volta che noi facciamo shopping ci viene riconosciuto un CashBack un ritorno di denaro dal 1 al 5%, ci pagano anche quando una persona con cui abbiamo condiviso questi vantaggi fa shopping, anche quando il suo amico fa shopping, noi riceviamo (dalle aziende presso cui i nostri contatti hanno acquistato) lo 0,5% del loro shopping e oltre a ciò ci sono altre fonti di guadagno per chi decide di fare carriera in azienda.
      Si chiederà da dove arrivano i soldi che l’azienda ci riconosce ad ogni nostro acquisto: arrivano dalle aziende che hanno sposato la nostra causa, che invece di investire soldi nella solita pubblicità che non rende per quello che hanno investito, hanno deciso di aderire per avere più clienti nella loro impresa e pagare in modo giusto la pubblicità che la nostra azienda offre alle imprese convenzionate. Appena abbiamo accumulato 10€ entro il giovedì successivo li abbiamo sul nostro conto corrente bancario.

      Dati dell’impresa:
      • Fondata nel 2003
      • Più di 46 nazioni in tutto il mondo
      • Più di 1.000 dipendenti
      • Decine di migliaia di imprese convenzionate
      • Centinaia di migliaia di Cashback Points
      • Milioni di aderenti
      • Miliardi di fatturato

      Missione:
      Ritorno di denaro ad ogni acquisto!

      Progetti:
      • 100 nazioni
      • 10 milioni di imprese convenzionate
      • 1 miliardo di aderenti

      Come hai letto ci sono i numeri per fare questa bellissima attività, dopo tutto non c’è nulla da investire, e in Italia non c’è un sistema di Network Marketing che ha tante adesioni mensili.

    • Il costo è diminuito. .. ci sono tre pacchetti. . Uno da 399 uno da 699 e uno da 999… non 2700

      • È un sistema pensato molto bene per il comune cittadino (Cliente) e per le aziende che vogliono e entrare nel loop.
        Si finanzia con i soldi che le aziende risparmiano stoppando poco utili investimenti in pubblicità.
        Da fare subito, poi ognuno investe dove crede, ovviamente.

    • In pubblicità che magari te ne costa 3 volte tanto dura un mese e poi? E da quella pubblicità quanti clienti speri che arrivino nella tua azienda? 10 forse??
      Mmm soldi spesi un po male nn credi?

    • Meglio investire in gratta e vinci come si usa in Italia, Tutti senza Soldi, Piangono miseria, le estetiste dichiarano sempre il 20% e incassano il restante 80% in Nero!! Occhio la Finanza si Avvicina sempre quando meno ve lo aspettate!!!

  4. Questo che scrive si vede chiaramente che su Lyoness e’ parecchio ignorante: parla di cashback, bonus amicizia e guadagno Lyoness. E i bonus e premi dai programmi di calcolo e la carriera? Studia va….

    • Michele, professore, se leggi l’articolo c’è scritto chiaramente che non intendo dare tutti i dettagli (anche se li conosco e me li sono studiati): chi vuole approfondire può trovarli sul sito o, meglio, andarsi a vedere qualche presentazione.

      Il punto è che Lyoness non è uno strumento vantaggioso per promuovere un centro estetico, se poi abbia altri vantaggi (e può essere) va capito, ma non è lo scopo di questo articolo.

      • non è vantaggioso x quei centri estetici abituati a non rilasciare la ricevuta fiscale probabilmente..

      • Io nn.caposco perche ti concentri molto.sulla peculiarita del.centro.estetico. se x te il sistema lyoness nn funziona cone.marketing x ke aziende nn funziona.x tutte.le.aziende…. o no?

        • probabilmente possiede oppure ha a che fare con centri estetici

          di fatto l’italia è fatta principalmente da piccole piccolissime realtà imprenditoriali,
          spesso di tipo familiare…

          quindi il ragionamento può valere per molti

  5. Caro Claudio, se fai un ragionamento da condividere con altri dovresti dar loro tutti gli elementi perché possano capire meglio e non solo quelli che supportano la tua tesi. Ripeto, conosci poco e stai facendo disinformazione. Per tua sfortuna, sono proprietario di un centro estetico a Treviso e con Lyoness ho guadagnato parecchio. Chi vuole mi contatti così gli spiego bene. A te ripeto ancora, studia…..

    • La mia fortuna non c’entra nulla, se tu hai avuto un guadagno reale grazie a Lyoness (e comunque possiamo solo fidarci di quello che scrivi, visto che non abbiamo informazioni) sono felice per te.
      Anzi, mi farebbe molto piacere sapere come e quanto hai guadagnato nel centro estetico, mi scrivi?
      Il sistemo l’ho studiato prima di scrivere un articolo come questo e, ripeto, credo sia molto difficile da far funzionare.
      Ovviamente io non ho nessun interesse personale nel promuovere o meno questo sistema, a differenza tua.

    • Io ho un’agenzia immobiliare a Udine e adesso ho clienti che mi chiamano dal veneto e desiderano comprare tramite la mia agenzia fissando, io per loro, visite in veneto di immobili. Clienti che mai sarebbero venuti da me se non fossi presente nel circuito… per chi ha un’attività, qualunque essa sia, è il contrario di quello che viene scritto qua…si paga un servizio di pubblicità solo sull’incassato! in periodi di magra come questi mi pare sia più che positivo!

    • si possono sapere cifre investite, tempi necessari per recuperare e numeri concreti in valore raggiunto ? …per capire se il gioco vale la candela? grazie.

  6. Non offendere l’intelligenza di chi ti segue: hai dato un nome a questo blog probablmente per screditare Lyoness con l’intento di convogliare i soldi delle eventuali iscrizioni dei centri estetici verso i tuoi corsi o consulenze. Non saresti il primo. Questa cosa sa di vecchio e da espediente da 4 soldi. Se hai bisogno di queste cose sei preso “proprio bene”. Ma veniamo a qualche punto: perché un centro dovrebbe affiliarsi in Lyoness? Per avere nuovi clienti o fidelizzare i propri. Non ci sta con i margini? A parte che non ci credo ( si tratta di riconoscere da un 6% a un 10% che puoi benissimo scegliere dove applicarlo, previa segnalazione nel proprio profilo.

    • Il mio blog esiste ed è letto da parecchi anni, la mia azienda di consulenza pure.
      E’ evidente che non ho bisogno degli articoli per acquisire nuovi clienti, scrivo prevalentemente per chi cliente lo è già.
      Se non ti piace quello che scrivo smetti di leggere.
      Se vuoi aggiungere informazioni utili aggiungile.
      Le tue interpretazioni parziali e forzate sul mio lavoro, invece, non sono più tollerate.

      • note diverse info parziali solo per screditare una comunità d’acquisto leggendo questo blog…

  7. A Sandra: ti hanno proposto 2700 euro per iscriverti? Il costo ad oggi per un’azienda è di 1999 euro tutto compreso nei quali ci sono diversi servizi che meritano davvero di essere presi in considerazione. Chi ti ha proposto tale cifra non è stato corretto quindi prenditela con lui e nn con Lyoness che tra l’altro ha una propria sede, un sito e del personale che poteva chiarirti le idee. Bastava chiamarlo. Ma temo che ogni scusa sia buona per giustificare la mancanza di voglia, coraggio o altro per compiere un’azione…

    • Concordo…tanta pigrizia c’è troppi vogliono senza dare che sia consumatore o titolare…meglio così faremo più fatica a spiegare che il network marketing lo fanno tutti da anni avendo consigliato un meccanico o una pizzeria o dove andare in viaggio.
      Lasciamoli dormire e facciamo lavorare chi ha l umiltà di ascoltare capire studiare e applicare…

  8. Non sono più tollerate? Ma se hai creato un blog per parlare male di un’azienda senza conoscerla! Butti il sasso e ritiri la mano? Parla delle cose che sai e basta

    • Ancora? ripeto: il blog esiste da ANNI e questo è l’unico articolo su Lyoness.
      L’articolo è ancora lì, butto il sasso, lascio la mano e continuo pure a rispondere ai tuoi commenti inutili.
      Stai solo facendo polemica, se vuoi aggiungere delle informazioni che, secondo te, mancano, aggiungile. Spiegaci come funziona questo sistema che tu trovi efficace (e io no).
      Non sprecare tempo con commenti sul sottoscritto: non mi conosci.
      Se vuoi commentare aggiungi qualcosa di utile oppure lascia perdere.
      Io, sul mio blog, parlo e scrivo di quello che voglio.

  9. Lyoness e’ un business serio che va spiegato bene e quindi necessita di tempo. Non certo tramite blog e il fatto che tu mi chieda di spiegarlo qui mi conferma che tu sei poco preparato. Studia così eviti figuracce

  10. Io ti ” commento ” relativamente a Lyoness visto che hai creato una discussione in merito. Rispondo perché la verità non venga storpiata. E tu, per i tuoi interessi, hai espresso giudizi insulsi e poco documentati. parla del tuo business e delle cose che sai e vedrai che svanisco e tu svanisci per me.

  11. Un’ultima considerazione rivolta a chi legge questo Blog. I responsabili di molte grosse aziende come Philips, Sony, Walmart, Magazzini Harrod’s, Mac Donald’s, Groupon, Apple Store, Euronics, Feltrinelli, Coin, Zalando, Decathlon, Tamoil, Guess, Hotels.com, Expedia.it, Stroili Oro, Ferrari, E-Bay, etc, hanno deciso di entrare nel circuito Lyoness riconoscendo una provvigione. E moltissime piccole aziende. L’autore di questo Blog invece vi consiglia di non farlo. Giudicate Voi !

    • Non capisco le aziende grandi che guadagno hanno ad entrare nel circuito. La gente andrebbe alla Apple indipendentemente dal 3% di sconto…o no?

      • La Grande Distribuzione Organizzata entra nel circuito principalmente perché è interessata ad acquisire il portafoglio clienti di Lyoness (oggi 400.000 aderenti in Italia, in costante aumento)…. questo farebbe gola a qualsiasi imprenditore.

        • infatti apple ne è uscita e gli altri non sono proprio dentro…. cmq quelle elencate sono solo grandi aziende, la grande distribuzione è un’altra cosa

          dal sito ufficiale e dal sito delle aziende si evince che :
          Zalando : non è affiliata
          Apple store: non più affiliata (campagna terminata nel 2015 in usa e non più rinnovata… non so se c’era anche in EU)
          Hotels.com, Expedia.it, Guess,Stroili oro: si
          Mac Donald’s: mac?? non esiste…o meglio se esiste non è una grande azienda ahah
          non sai nemmeno i nomi degli affiliati e dici agli altri di di studiare bah
          Mc Donald’s: si ma quello di Praga….
          Euronics, Coin, Feltrinelli, Decathlon: si ma con gift card/buoni/vaucher
          non è un affiliamento….. se voglio comprare qualcosa devo prima andare sul sito lyc comprare il buono/gift card e a quel punto posso andare a spenderli nel negozio …. direi poco pratico soprattutto se si pensa che in questi posti si fanno principalmente acquisti al volo di basso valore non certo ragionati a tavolino (ci passo davanti vedo un libro, una tuta, una pendrive, un maglione e lo prendo… )
          se invece esco per un acquisto mirato devo prima andare a cercarlo/provarlo nel negozio poi torno a casa a farmi il buono e infine ritornare lì per comprarlo, tutto per risparmiare cosa? 2-3euro se la spesa è di almeno 100euro …
          quale cliente è così malato da farlo? se lo fa quei 2-3 euro li ha già persi in benza e tempo

          diversamente dovrebbe acquistare dei buoni anticipatamente sborsando un importo X che non sa se e quando spenderà (di fatto sarà obbligato a spenderli per forza lì prima della scadenza, la volta dopo non li farà più)

          TAMOIL solo buoni elettronici e solo dai distributori convenzionati sul sito (cioè non è Tamoil ma il singolo gestore che decide di accettare o meno) e solo sul servito
          Philips, Sony : non vendono direttamente
          Walmart, Magazzini Harrod’s: chi acquista qui?
          Ferrari store: si (lo store online non la Ferrari che è n’altra cosa)
          ebay: si ma con limitazioni max in certe categorie e da certi venditori

          • detta così assume tutt’altro significato,

            concordi con me che non ha senso mettere del fumo negli occhi alle persone scrivendo un inutile elenco di grandi aziende, ma vale la pena leggere nel dettaglio se e come sono affiliate?

          • Aggiungo che Amazon è stata ” buttata fuori” dal circuito perchè ritenendo non conveniente pagare le commissioni, inseriva nel circuito Lyoness solo articoli di scarsa appetibilità, al solo scopo di usufruire del loro “portafoglio clienti”.
            Se guardate anche nel sito ebay non trovate da nessuna parte l’affiliazione a Lyoness ( o almeno io non ci sono riuscito…).
            Ebay offre poi a chiunque l’affiliazione, con ritorni dal 45 al 65% sulle commissioni ( ovvero dal 4,5 al 6,5 % del prezzo di vendita).

  12. L’autore di questo blog ribadisce, per chi evidentemente non ha letto l’articolo o fa finta di non capire, che non è contrario a Lyoness in generale come idea, ma lo sconsiglia come promozione di un centro estetico, specie se piccolo.
    Non serve spiegare che un centro estetico ha delle dinamiche differenti da Philips, Sony, Walmart, Magazzini Harrod’s, Mac Donald’s, Groupon, Apple Store, Euronics, Feltrinelli, Coin, Zalando, Decathlon, Tamoil, Guess, Hotels.com, Expedia.it, Stroili Oro, Ferrari, E-Bay, etc

    • lyoness applicato ad una macelleria di paese di 7500 abitanti dove le macellerie sono due…risultato ..un aumento di 4.000,00 euro mensili di NUOVI clienti …questo continua da 10 mesi.
      l’altro macellaio contattato prima non ne aveva voluto sapere…ora non mi saluta più….chissà perché!!!!!

  13. Dinamiche diversi e margini inferiori ai centri estetici. Comunque un Lyoness ci sono decine di migliaia di piccole imprese, anche centro estetici. Meditate gente, meditate…..

  14. Egregio Claudio,dovrebbe prima fare un giro di telefonate ai centri estetici affiliati in Lyoness, raccogliere dati e poi tirare le somme. L’azienda che si affilia al circuito Lyoness, dal ristorante al centro estetico se svolge correttamente l’azione di marketing che l’agente SME deve spiegare, ha solo un ritorno positivo dal’operazione. Faccia una analisi dei centri estetici che vanno su Groupon per promuoversi e valuti il guadagno. Sono tutti in perdita, anzi a volte preferiscono non accettare clienti.

    • Groupon è il sistema meno indicato per promuovere il centro estetico (forse il peggiore che conosca), se mi paragona Lyoness a groupon ovviamente il secondo è nettamente vantaggioso.
      Continuate a dirmi di fare analisi: devo ricordare che monitoriamo costantemente i fatturati di decine di centri estetici, quasi tutti in crescita, alcuni con incrementi ben superiori al 50% mese su mese. Insomma, ben venga l’invito ad approfondire (invito che ho ribadito io stesso più volte), ma non diciamo che non conosca l’attività dei centri estetici.

      • Salve mi chiamo Alessio Ho un Centro estetico in un piccolo centro di 4000 abitanti e ci sono un totale di 4 Centri estetici, Questo E’ un bellissimo Blog, Complimenti a tutti per le vostre opinioni le apprezzo molto! Vi racconto brevemente la mia esperienza in Lyoness Ho scelto di aderire a Lyoness perchè i canali pubblicitari tradizionali mi stavano salassando e non potevo misurarne le conversioni tra volantini, newsletters, facebook….e avevo solo spese, adesso acquisto dai fornitori di altissima qualità all’ estero ed ho un cashback del 5% ed in più mi riservano uno sconto ulteriore del 20% solo perchè sono un’ azienda convenzionata, ognuno ha la sua storia anche io ero Negativo e dubbioso poi ho abbattuto le barriere mentali ed ho rischiato e mi é andata alla grande, Adesso Ho bene a mente il fatto che gli uomini più ricchi (5% della popolazione del mondo costruiscono reti, gli altri (95% della popolazione del mondo) sono addestrati per cercare lavoro!

  15. Di sicuro Lyoness è per tanti ma non per tutti..
    Per vedere Lyoness con prospettive diverse bisogna essere Imprenditore..nel senso che bisogna avere la visione e capire il potenziale..se capito bene(spiegato bene) un imprenditore si fa promotore di LYONESS.. per info 3207258350 Mazzuca Alessandro
    vi saluto con alcune riflessioni:
    1)in media un azienda perde il 4% di clienti all’anno(specifico in media la percentuale varia a seconda dell’attività svolta)
    dopo 10 anni=40% dopo 20 anni=80%
    un imprenditore non tira di giorno in giorno ha bisogno di certezze per il futuro e pianificare le strategie per aumentare ogni giorno le vendite..(naturalmente questo lo fa un IMPRENDITORE!)io la parola IPRENDITORE la associo alla parola SUCCESSO e non tutti hanno successo.
    2)Il 18% degli acquisti oggi vengono effettuati online(fa schifo partecipare agl’utili di questi colossi del mercato mondiale?)fonte coldiretti
    Quanti acquisti online si facevano 20 anni fa su Internet?
    quanti acquisti si faranno su internet fra 20 anni?
    Sapete di quanti milioni di euro stiamo parlando che non vengono spesi più nelle piccole e medie Imprese?
    Saluti Mazzuca Alessandro

  16. Sono in lyoness da circa 2 anni, ho due attività’ convenzionate lyoness e sono Premium partner…negli articoli di Claudio c’è molta disinformazione come ha fatto notare qualcuno. Infatti non ha parlato delle unità che si creano acquistando costantemente nel circuito. Ha parlato solo del bonus amicizia che a mio avviso è il vantaggio minore. Se Claudio tessera 100 clienti il suo programma di calcolo va avanti anche con le unità’ delle persone che ha tesserato e quindi più’ velocemente può’ accedere ai vantaggi che io chiamo provvigioni e che portano molti più soldi di un semplice 0,5 di bonus amicizia. La materia e’ vasta ma non complicata…sono qui per discutere e non per criticare se qualcuno vuole fare domande o approfondire il discorso anche solo per curiosità scrivete pure…

    • Gabriele, abbiamo parlato delle unità di calcolo nei commenti e già rimandato, chi volesse maggiori informazioni, a chiedere a persone come te o direttamente sul sito di L.
      Grazie comunque per la precisazione.

    • ? vero, solo cattiva informazione. Infatti nulla si dice sui problemi legali che ha avuto LYONESS in Austria, Olanda, Germania. Ne vogliamo parlare?

      • Anonimo per favore mi delucidi sui problemi legali che ha avuto lyoness in altri paesi? Dove posso trovare maggiori informazioni?

  17. scusate,ma ho notato che i prezzi,a parità del prodotto, praticati nei negozi convenzionati sono piu’ alti che negli altri negozi….mah

      • Alcuni affiliati Ly sul sito “pregano” i clienti di dire prima del preventivo che hanno al tessera….. valutate Voi

        • vai a comperare da un altra parte se il prezzo non ti convince …dove è il problema?

        • Probabilmente xké la tessera o il numero di tessera deve essere inserito prima del pagamento e quindi prima dello scontrino..io lavoro in un mcdonalds e i clienti devono dirmi subito se hanno coupon promozionali o tessere sconto, perché devo andare in una pagina apposita e inserirli prima dell’ ordine.
          Inoltre se il prezzo esposto é quello, é quello per tutti, di sicuro non si può dire: “siccome hai la tessera ti aumento di 5 euro per coprire lo sconto”!

          • in realtà è una pratica abbastanza comune anche con altri sistemi

            vedi per esempio i più comuni paypal piuttosto che visa/mastercard loro ovviamente ti dicono all’esercente che è vietato mettere sovrapprezzi ma molit venditori lo fanno regolarmente
            se vuoi usare paypal o visa o mastercard ti aggiungono le relative commissioni

            anche molti benzinai se paghi con carta devi fare almeno 30 euro altrimenti accettano solo cash

            quindi temo che la stessa cosa lo facciano con lyoness… sti costi alla fine non li vuole pagare nessuno

      • Qualunque azienda con piccoli margini di guadagno deve far saltare fuori i costi anche delle commissioni. Personalmente vendo su un sito con commissioni: ho poco margine sul gadagno, se non aggiungo quei costi rischio di andare in perdita.
        Oggi poi esistono veicoli pubblicitari a costo pressochè zero: anche questo gioca a sfavore di Lyoness ( e non solo…) soprattutto per i negozi con sede fisica.
        Diverso è per gli store solo online.

    • Divagando si crea caos. Sii specifico e preciso nella dichiarazione.
      Pero’ cerca di pensare !! I prezzi dei negozi sono pubblici. Un negozio avrà ad oggi un 20% di clienti che compra con Lyoness. Quindi per l’80% e’ più alto del mercato di zona. Di conseguenza dov’e’ la logica di alzare tutti i prezzi per perdere sicuramente tutti i clienti non Lyoness.
      Aggiungo che io ho lasciato il mio dentista (che per una igiene chiede 82 euro) per andare da altro dentista che per lo stesso servizio chiede 85 euro.
      Cosa Claudio non dice (non per negligenza ma perché l’argomento del post e’ se conviene o meno associarsi a Lyoness per un centro estetico) e’ il discorso del creare unità di calcolo che comportano rientri di denaro non basati sullo sconto che ottieni ma su altro conteggio.
      E’ questo il vero vantaggio di associarsi per un privato …. non tanto il discorso dello sconto del 3/5%.
      Ma questo e’ un altro discorso ripeto

  18. Ciao claudio, per avere tratto le conclusioni espresse qua sopra posso chiederti su che cosa ti sei basato ? (esperienza personale, statistiche, opinioni di altri convenzionati)
    Posso chiederti anche di che zona sei ? (da provincia a provincia oggi può esserci una differenza molto marcata circa la presenza o meno di clienti e concorrenza lyoness)

    Ciao
    Luca

    • Ho studiato il sistema e ho verificato l’esperienza di alcuni CENTRI ESTETICI nel nord Italia.

      Ripeto: la mia opinione è relativa alla sua efficacia nei CENTRI ESTETICI

    • Talmente é ponzi che in Polonia i Carrefour sono Tutti Affiliati…Ridicoli!!!

  19. Oltre a Lyoness ci sono almeno altri tre aziende che offrono gli stessi (o quantomeno simili) servizi…Wooply,Flexkom e Sixthcontinent… credo che progetti del genere abbiano dei vantaggi per tutti ,se fatti con serietà…..certo che non si capisce perchè ci vogliano tutti quei soldi per entrare..(wooply e sixthcontinent non li chiedono….credo)…bisognerebbe però avere più obiettività da ambedue le parti….cosa va e non và…dove si può migliorare etc…….e non far parte di sette dei vari network sia pro che contro….

    • questo bellissimo progetto nato e funzionante in Austria dal 2003, è diventato ormai una realtà in 46 stati nel Mondo, con più di 5.000.000 di aderenti nel complesso, In Italia, attualmente, hanno aderito oltre 445.000 persone in questa grande comunità d’acquisto, e ogni mese si aggiungono in media 18.000 persone e con oltre 6.700 imprese convenzionate.
      Questo successo è dovuto al fatto che i privati possono aderire senza spendere un euro, e possono fare aderire i loro amici o contatti senza che loro spendono nulla, tutto gratis!!!
      Lo scopo è quello di fare le spese quotidiane, famigliari e anche aziendali, presso le aziende del circuito che riservano importanti ed unici vantaggi ai loro clienti.
      Da cui nasce la grande opportunità di fare aderire anche le piccole imprese locali, con maggiori vantaggi per tutti i clienti.
      Non c’è alcun obbligo di fare autoconsumo e di essere attivi ogni mese, ma, una volta compreso il virtuoso meccanismo del circuito, sarà naturale diventare clienti, visto che ci pagano ad ogni acquisto, magari anche cambiando i nostri fornitori abituali e sceglierne uno che è nel nostro circuito… senza cambiare il nostro stile vita.
      Questo è Lyoness non è fantascienza. Saluti

  20. Io ve la straconsiglio. Due anni che la pratico e solo questione di capire come funziona …. E chi sta per consigliando Lyoness spero che ve la spiega bene.

  21. Io sono un utilizzatore del circuito Lyoness (ho la tessera blu) e penso che Claudio, quando scrive inizialmente che si guadagna 50 euro sui primi 100 associati dal centro estetico, dice giusto ma si scorda (dato che lo specifica nel primo post in OPPORTUNITA’ DI GUADAGNO E RENDITE) che se da 1 centro estetico nascono 100 tessere … anche dalle successive 100 tessere possono nascerne potenzialmente altre 100. Dico 100 per collegarmi al suo discorso … potevo dire 10, 1000 o 50. Se sui primi 100 associati il centro estetico guadagna lo 0,5% di 100 euro cadauno spesi …. guadagna lo 0,5% sui 100 associati nati da ognuno degli associati direttamente dal centro estetico … ossia in Lyoness definiti “seconda generazione”. Quindi guadagna 50 euro teorici sui 100 associati diretti dal centro estetico che hanno speso 100 euro mensili … ma guadagna lo 0,5% sui 10.000 soggetti successivi (seconda generazione). Quindi se 10.000 soggetti successivi spendono 100 euro ognuno generano un fatturato di 1.000.000 di euro il cui 0,5% corrisponde a 5000 euro mensili. Il centro estetico teoricamente ha un ritorno di 5050 euro mensili. Questo e’ un conteggio esplicitamente matematico … senza stare a dire che sia fatto bene o fatto male e corrisponde alla logica del discorso di Claudio !!!
    A questo punto … fossero 50 euro come dice Claudio … vanno e vengono ma adesso obiettivamente … io 1999 euro proverei a spenderceli. Io, voi fate come volete.
    Punto due: e’ vero che l’estetista ti deve dare fiducia, essere pulita, ecc. (non e’ come comprare un televisore da Euronics) ma e’ anche vero che un’estetista che non e’ bravo, non ti da fiducia e ti accoglie nella spazzatura … Lyoness o non Lyoness … non so quanto vada avanti.
    Tendenzialmente comunque le informazioni fornite anche da Sandra non sono assolutamente esatte e quindi corrispondono a creare una valanga sempre piu’ grande di pareri e considerazioni errate che vanno via via ad ingigantirsi.
    A parer mio anche il fornire volontarie parziali informazioni dall’autore del post mi pare molto fuorviante e non utile.

    • Federico, tutte le proiezioni basata sui “se” sono molto belle e la matematica stessa è a tuo favore! :-D

      Allora un “se” ce lo metto anche io: e “se” nessuno (o solo 4 gatti) decidono di utilizzare la tessera?

        • appunto 4 gatti…siamo 60 milioni di italiani .

          inoltre su 285.000 quanti la usano? intendo in modo costante e continuativo negli anni
          e di questi quanti la usano per acquisti che generano un cashflow importante annuale?

          ben pochi….come per tutte le carte

      • Ciao, ho letto tutto e non voglio dire di essere pro o contro.
        Faccio solo 1 domanda.
        Tu fai Lyoness perchè speri che io+10(1a generazione) + 100 e così via…. e GIUSTAMENTE il commento è e se anzichè essere 10000 siamo in 4 gatti….
        Risposta…
        4 gatti…. bhe fino a prova contraria non ho letto che la tessera è GRATIS quindi 4 gatti sono 1,2Euro nella mia tasca… se poi sono 10000 e gli euro sono 1000 tanto meglio.
        Concludendo non capisco perchè di fronte ad un sistema che all’utente non costa nulla bisogna necessariamente essere così ostili…
        Grazie.
        PS
        A voi decidere se sono pro o contro Lyoness

        • da come scrivi direi che sei decisamente PRO…

          non costa nulla al cliente?
          secondo te quel 10% che lyoness chiede al venditore + i costi per entrare ce li mette gratuitamente l’imprenditore?
          è palese che deve recuperarli spalmandoli sul costo di vendita del servizio/bene

          inoltre al cliente costa in sbattimento perchè la maggior parte delle affiliazioni sono tramite buoni/gift card/vaucher quindi non basta andare con la card: prima vai in negozio vedi il prodotto che t interessa e relativo prezzo poi torni a casa prendi i buoni/gift card sul sito lyoness che dopo potria usare tornando in negozio….
          per te questo è non costare nulla?
          il tutto per avere un irrisorio ritorno di 2-3 euro ogni 100…

          o peggio ancora ti fai prima la scorta di buoni/gift, quindi sborsi soldi anticipatamente per un importo X, che poi sai già che spenderai nel negozio per forza

          questo non significa non costare nulla…..

  22. parto dai dati reali. 2013 ho CAMBIATO il mio centro estetico ed ho spostato circa 800 euro di consumi dal mio vecchio fornitore al nuovo. quindi 800 euro di fatturato in piu per lui. “è il miglior modo per avere nuovi clienti” SUE PAROLE TESTUALI.
    100 euro al mese di spesa?????????
    mediamente chi ha lyoness in tasca e ha compreso bene il meccanismo spendo SOLO all interno del circuito. Io personalmente circa 25000 euro anno . ho perdone che ne spendono anche 50-60 mila. bolletta luce , benzina, viaggi etc etc.
    lo 0,5 di cui parli nel conteggio totale dei guadagni rappresenta solo il 10-15% . quindi se guadagni. 1000 euro in un anno con gli altri meccanismi ne porti a casa almeno 10.000. Ma bisogna comprenderli bene. qualcuno te li ha spiegati? quando tra dieci anni la nostra estetista andra in pensione ( oppure per la ceisi chiudera il prossimo mese) tutti i clienti che ha registrato continueranno a portargli dei ridultati economici.
    naturalmente bisogna prima comprendere ol meccanismo e poi trasmettere BENE le informazioni. saluti

    • solo due precisazioni:
      - i centri estetici non chiudono per colpa della crisi: al massimo perché sono troppi e tutti uguali o perché sono in mano a persone incompetenti
      - qualunque rendita da attività di networkmarketing NON è eterna e va mantenuta attiva quindi, qualora andasse in pensione, l’estetista dovrebbe continuare a lavorare

        • perchè secondo te una persona che fa una card gli rimane fedele per sempre?

          non mi risulta: la gente cambia idea, si stufa, passa da un gestore all’altro, va in pensione e, pensa te, muore anche

          perchè dovrebbero mantenere questa carta in eterno? perchè dovrebbero mantenere lo stesso volume di acquisti invecchiando?

          nel momento in cui l’estetista andrà in pensione molti di questi possessori saranno già MORTI, altri non saranno in condizioni di fare acquisti o semplicemente non vorranno più farli, altri ancora avranno cestinato la carta o saranno passati ad altro circuito (se funziona veramente è palese che nasceranno centinaia di aziende simili a lyoness con lo stesso identico meccanismo e il loro circuito di aziende affiliate)

          inoltre un vostro collega ha scritto poco sopra che le aziende perdono mediamente 4% di clienti l’anno….
          di conseguenza anche quell’estetista in 25 anni perderà tutto il suo parco clienti lyoness !

  23. il punto fondamentale è che il 10% di commissione è un valore altissimo e questo è un fatto.
    Che poi Lyoness sia un sistema piramidale che si basa sulla promozione fatta di persona in persona e che quindi educhi i propri promotori a raccontare la bella novella spiega l’entusiasmo nel decantarne i fattori positivi.

    • Più che giusto questo punto di vista. Anche FlexCom ? così, una copia di Lyoness che va avanti per mezzo di chiacchiere ed entusiasmo dei promotori (che hanno speso soldi nell’attività ed hanno tutte le ragioni per vedere di cattivo occhio le critiche e spingere il più possibile con le chiacchiere raccontategli dall’azienda stessa.)

    • Non é un sistema Piramidale é certificata come azienda il sistema piramidale é quello dove tu lavori per il tuo capo per farlo arricchire e tu con le pezze ar C—O

  24. stavo cercando informazioni su Lyoness perchè una mia amica mi ha appena fatto vedere la tessera…ho un’attività che conduco assieme a mio papà e mio fratello, considerando che mio papà è partito 38 anni fa e considerando i conteggi del genio che ogni azienda perde il 2% di clientela ogni anno dovremmo aver già chiuso!!! non siamo Lyoness e mai mi affilierò, ho provato a vedere dove stava la convenienza di Groupon…per carità! Non ci siamo mai messi marchi di nessuno, abbiamo sempre occhi aperti e cerchiamo di dare alla clientela tutti i servizi, investiamo nell’attività e nella pubblicità….ma il miglior termometro è il cliente, se lavori bene c’è il passaparola, ritorna lui e ti porta altri. Oggi sono andata a pranzo in un posto affiliato Lyoness, mai più! se devo mangiare male per avere un buono di 2 euro mi mangio un panino. Può essere valida come idea, ma per avere clienti, fidelizzarli e averne nuovi prima di tutto devi lavorare BENE!

    • VANGELO!!!

      poi, per carità, anche il Folletto funziona, anche Mediolanum funziona… funzionerà pure questa Lyoness.

      ma prima di tutto bisogna lavorare bene!

      • cinzia penso tu sia un po confusa.
        anche io frequeto ambienti lyoness e faccio una selezione.
        dove non mi trovo bene non torno ….mia moglie ha provato una parrucchiera associata lyoness x pura curiosità …
        e ora questa parrucchiera ha una cliente nuova.

  25. Boh, ho letto i diversi blog che sono sparsi in rete. O sono tutti entusiasti o tutti negativi. Porto la mia esperienza come possessore di tessera blu, che non ha nessuna intenzione di promuovere tessere e che in passato molto remoto ha avuto esperienze con il multilevel prima con Golden (cura della casa e della persona; quindi prodotti reali da far provare) e poi con Star Service Italia (assicurazioni pensionistiche e quindi servizi). Circa quattro o cinque anni fa un cliente di Pordenone mi ha invitato ad una presentazione a Portogruaro presso uno studio medico. Ero piuttosto negativo perché avevo detto in anticipo che non avevo alcuna intenzione a ripartire con iniziative in multilevel o similare. Quindi dopo la presentazione ero molto risentito. Nonostante ciò esprimevo l’interesse per avere la tessera come utilizzatore. Il mio cliente non me l’ha fatta perché non gli interessava. L’anno scorso, presso un supermercato locale,mi hanno proposto la tessera,dicendomi anche che mi avrebbero presentato l’iniziativa. Ho rifiutato la presentazione ma ho fatto la tessera. Ho scaricato l’app sul telefonino e quando sono in giro per lavoro, cerco i ristoranti che hanno Lyoness. Ovviamente, se il ristorante non è alla portata, lascio perdere. Con il tempo,tendo ad andare da quelli Lyoness e ho abbandonato quelli che una volta erano per me abituali. Caso opposto per la pizza domenicale: andavo in una pizzeria con Lyoness e ora non più perché il rapporto prezzo/qualità è peggiorato e preferisco un’altra. Detto questo, che dire? Ognuno fa i suoi conti e prendere posizioni estremiste in un senso o nell’altro non porta a nulla. Non sono d’accordo sul discorso dell’IVA: a parte il fatto che 22%+10% non fa 32% (il calcolo non è aritmetico ma in percentuale e quindi,semmai, è poco più del 29%), il ragionamento non sta molto in piedi perché, a meno che non si faccia a nero, l’IVA va sempre pagata. Piuttosto il problema nasce se un cliente vuole pagare a nero e vuole vedersi riconosciuta la spesa sulla propria carta. Forse,proprio perché ciò non è possibile,a un professionista o a un artigiano non conviene la Lyoness. Forse è anche per questo che in altri Stati la Lyoness è più sviluppata. Ma questo è un altro discorso. Da consumatore, vedo che ci sono locali che avevano operazioni fedeltà e che hanno aggiunto la Lyoness, altri che l’accettano solo non con i prezzi a menu fisso, altri che erano Lyoness e non hanno reputato di continuare la loro affiliazione (se convengono da loro ci vado lo stesso), altri ancora che propongono l’alternativa e cioe’ o Lyoness o iniziative promozionali del negozio; ogni imprenditore segue la sua politica e solo il tempo può dargli o meno ragione.
    Dal canto mio io mi sto continuando a divertire a conoscere posti nuovi per mangiare o per dormire. Ho 48 anni e il mio approccio a Lyoness non è per guadagnare (prendo 10 euro di cashback ogni 2/3 mesi), ma di conoscenza e curiosità in modo molto disincantato: in pratica in tasca ho una carta fedeltà estesa e come tale la uso.

    • Eh beh, auterovole come fonte…. ma per favore…. scusate Signori, per valutare un progetto vogliamo basarci su articoli scritti da chiunque, o su fonti reali e certe?

      Lyoness è una realtà seria e solida, ricordo che è attiva da 12 anni…. non da 3 mesi…. ed è in costante crescita. Vanta diverse certificazioni internazionali e nazionali per ogni Paese in cui opera; giusto per conoscenza, sappiate che lo Studio Sutti di Milano (tranquillamente contattabile per VERIFICARE ciò che sto scrivendo) ha firmato un parere pro-veritate che certifica la trasparenza del sistema.

      Su cosa dovremmo fare attenzione esattamente?

    • Cosa????
      Iniziamo col dire che tutti e ribadisco tutti hanno fallimenti o casini passati, Jobs che ora è tanto acclamato ha fatto un sacco di casini e buchi nell’acqua. mi limito a questo esempio.
      Poi… mi sono informato. Perchè dicono 20.000 euro?? giusto per dare addosso??? No perchè un mio amico Utente Premium lo è senza soldi. e tira dentro persone attraverso app (gratis).
      Si vero le aziende pagano (e le cifre cambiano quindi evitiamo di scriverle), ma le aziende!!! Ogni imprenditore in base al proprio bacino d’utenza valuterà l’idoneità della cifra o meno.
      Non capisco perchè accanirsi così sulle cose…
      Non ti piace Tinto Brass… NON GUARDARE I SUOI FILM!!!!!
      ( scusate l’esempio ma mi è rimasto in mente da piccolo che era in tutti i telegiornali che guardavo)

  26. Buongiorno a Tutti,

    sono Premium partner di Lyoness da un’anno e non ho associato la mia azienda.

    Credo che dal punto di vista aziendale, se la propria impresa sia rivolta al pubblico (BtoC) Ly sià un ottimo sistema di fidelizzazione, per i motivi di cui sopra, ovvero la ritenzione del cliente. dimostrazione pratica sono tutte le tessere vantaggi di carrefour, mediaworld, ikea, dcc. ecc.

    Considerando anche che la percentuale và pagata a cliente incassato, il rischio è minimo e se non voglio distribuire le tessere la mio cliente abituale ma solo ricevere quello nuovo da fuori, nessuno te lo impedisce.

    Diverso è l’investimento di carriera Ly, con i 2000 euro da versare, li un chiarimento sarebbe dovuto…
    Buona giornata.
    Cristiano

  27. Grazie dell’articolo. Sto facendo una ricerca per conto dei miei genitori, cui è stato proposto di affiliarsi a Lyoness per avere più clienti per la propria attività, ma credo che glielo sconsiglierò fortemente. I semplici calcoli che ho trovato qua e su altri blog mi sembrano molto convincenti. Bisognerebbe anzi darne maggiore diffusione!

    • dove la stai facendo la ricerca?
      hai provato a chiedere ad alcune aziende affiliate ?
      senza fermarti alla prima ?
      se vuoi ti do alcuni nominativi di aziende che hanno aumentato i fatturati dal 5 al 20 %.

  28. lyoness è una truffa legalizzata, costa 1600/1800 affiliarsi come commerciante più l’8% ad ogni acquisto e non offre nessun vantaggio ai commercianti….in più vende le tessere oro a 2000 euro più altri investimenti tra l’altro molto alti e promettendo un gran guadagno, tutto falso… i guadagno non ci sono…
    L’unica azienda che offre un gran guadagno è la DINDAROLO, è un’azienda italiana e versa il 20% e più in beneficenza nel paese dove abitano i commercianti che aderiscono e i clienti dei commercianti. ha un costo di affiliazione di circa 350 euro e ti offre la possibilità di vendere i tuoi prodotti in tutto il mondo.per informazioni puoi chiamare anche il numero verde 800 911 948 azienda molto seria con la quale mi trovo molto bene.

  29. Certo ke ad avere tempo da perdere ogni uno può scrivere all’infinito. Io la uso come la tessera del benzinaio…. Solo che accumuli € anche al lidl al carrefour e tntvaltri posti. Non so da commerciante cm funziona. Quante storie e dissertazioni….x me ke sn poverello, che su tutto pago il peso della pubblicità classica qlc euro in + senza impegno schifo non fa. L’importante è che non sia una catena di st. Francesco….e NN LO È, che sia senza impegni…E SE NN LA VUOI USARE NN LA USI…BO’!

  30. scusate, mi sto interessando anch’io a Lyoness, ma non è che i costi che avete descritto, sul fatturato e per l’affiliazione dell’azienda si possano scaricare?
    grazie.

  31. Mi dici se il rimborso residuo dato dalle aziende affiliate lyoness deve essere dichiarato come guadagno e quindi viene tassato?

      • se viene già tassato “alla fonte” indietro prendi ancora meno in %…perchè se devi prendere lo 0,5% su 1000 non sono piu 5 ma 5 – la tassazione alla fonte (un vostro affiliato, brutta parole mi parlava del 19% sul 75% dell’importo, se è vero su 5 euro sono 0,71 cent di tassazione e prendi solo più 4,29 € indietro)…senza contare che la commissione è calcolata sul prezzo IVATO quindi praticamente paghi due volte, anzi ci rimetti pure in termini di IVA che non scarichi più….ed essendo un ricavo genera (forse!!!!) degli utili lordi che sono tassati al 27,5% di IRES.

  32. io ho la tessera ma non l’ho mai usata, perchè non è facile.
    Per fare in modo che il sistema funzinasse bisognerebbe che io potessi strisciare la tessera in negozio, in questo modo ce l’avrebbero tutti.
    Io non posso volere qualcosa, allora mi collego, compro i buoni, aspetto che mi arrivino e poi vado a comprareil bene, tutto questo impegno per riavere il 2 %.
    Probabilmente in poco tempo si riesce a trovare un negozio che vende il bene anche a meno di quello che lo vado a pagare con il buono.

    Ciao

    • Si tratta per caso di una fonte ufficiale? Perché, fino a prova contraria, si tratta di un comune parere personale….

  33. qui ci sono tante chiacchiere di quelli che pubblicizzano lyoness ma di estratti conto non se ne vedono mai in giro!
    illudono le persone citrulle pensando che a loro volta abbiamo amici citrulli da portare dentro.
    impegnatevi a fare il vostro mestiere, idraulico, estetista, parrucchiere e non a rompere i coglioni con le tessere!

    • la cosa più terribile è proprio che gli amici che sono entrato nel circuito (magari pure spendendo i famosi 2000 euro) ora ti stressano per farti entrare….MAH begli amici che ti vedono come una succulenta capretta da mungere.

  34. Certo che ce ne vuole di coraggio ad aderire a Lyoness.
    Quanti illusi, avidi di soldi fino alla nausea.
    A breve una grandiosa risata.

    • vero…. la risata la stanno facendo gli abitanti del nord italia da 15 gg ha aderito la catena di supermercati SIMPLY ora cominciamo a ridere e chi criticava o critica Lyoness che da marzo sara anche con MASTERCARD si mangerà la lingua.

    • Purtoppo non é Lyoness che non funziona sono le persone con il Mindset in Modalità “Pecora” Motogp Ha richiesto 300 Milioni di tessere da distribuire a chi acquista i Biglietti e il Merchandising Io Rido già Da parte di Festina Lente che farà delle grosse Risate..Isteriche!!!

  35. Una risposta per tutti voi…
    Leggete attentamente tutto quello che dice questo link http://www.lyonessverita.altervista.org e poi traete le vostre conclusioni da soli… Informandovi attentamente e non fermatevi al parere di pochi…. Sia che la pensiate in modo negativo o positivo,non serve offendere o denigrare… ognuno é libero di pensare e fare ciò che vuole della propria vita…

  36. E’ da poco che sono in Lyoness , aggiungendo un commento al fatto se sia o no interessante per un centro estetico fidelizzarsi a Lyoness, io penso che la prima cosa che salti all’occhio ad una cliente sia il fatto che il centro estetico sia fidelizzato, tutto il resto (qualità servizio, professionalità , feeling ecc..), per poi tenerlo come cliente ,dipenda dall’azienda, non dal fatto che sia o meno un possessore di carta Lyoness. Se un’azienda possiede anche tutte quelle caratteristiche è un valore aggiunto allo “sconto” Lyoness. Ed il gioco è fatto!

  37. Prendono mazzate ovunque! Purtroppo il loro modello di business non permette ai “piccoli” di guadagnare davvero. E qualche eccezione non fa di Lyoness un network da considerare.

  38. Allora uso da poco la tessera lyoness ma devo dire che dal benzinaio Tamoil prima devi passare a prendere i buoni dopo vai a fare benzina e NON PUOI USARE IL SELF SERVICE…..solo il SERVITO CHE COSTA DI PIU’.come mai????(parlato con il responsabile del distributore Tamoil).Inoltre chiedo…..se io ho 10 persone miei clienti che ogni giorno entrano in negozio e mi spendono 10€ io so che ho guadagnato 6€ alla fine.se io tessero questi già miei clienti spenderanno sempre 10€ al giorno ma a me ne resteranno meno di 6€….perche hanno il ritorno di cashbank….inoltre Lyoness tassa il mio ritorno di denaro al 6%…….dovè il guadagno.GRAZIE…..(dai clienti nuovi))?????????????????????????

    • il ritorno nel tesserare i tuoi clienti lo hai nel fatto che la tua rete di cliente genera un volume di fatturato in TUTTE le aziende convenzionate….se hai 250 clienti tesserati da te e ognuno spende 100 euro al mese nelle imprese convenzionate (benzina, acquisti online, luce e gas, ristoranti e chi piu ne ha piu ne metta) generi un fatturato di 25000 euro….questo ti da diritto al bonus 0,5% sui 25000, più le provvigioni dal bonus volumi

      • 250 persone che spendono 20 cent in piu al litro per mantenere te………..Voi avete troppe fantasie in testa. Perche non c’e un discout afiliato lyoness meditate gente meditate

  39. Secondo me non é che Lyoness è una cattiva pubblicità per il centro estetico, ma forse al proprietario del centro estetico o non è stato spiegato bene cos è lyoness, o non ha capito, o non ha voglia di capire e quindi da la colpa allo strumento. Io credo che anche un PC se lo si usa per piantare i chiodi nel muro non è un buono strumento di lavoro.

  40. Salve a tutti. io posso portare la mia esperienza.
    mi e’ stato presentato lyoness a ottobre 2013, a maggio 2014 ho affiliato la mia attivita’. ai inizio 2015 il commercialista mi ha portato i contidel 2014 e mi ha fatto notare che sono stato l’unico della stessa categoria merceologica attorno a me ad avere un aumento di fatturato pari a 60.000,00 euro in soli 7 mesi !!(premetto che l’azienda andava ottimamente anche prima di lyoness) e mi ha confermato senza che io chiedessi che il tutto e’ stato grazie a lyoness e ai nuovo clienti che mi ha portato in quanto l’aumento si nota da fine maggio 2014 (il commercialista non e’ affiliato lyoness sia chiaro, che poi non sembri una cosa dovuta dire cosi’)…. chi non conosce lyoness o ne sa poco farebbe bene a parlare solo dopo essersi documentato in quanto mette in cattiva luce una opportunita’ di mercato non indifferente.
    non tutti siamo portati per questa tipologia di marketing, ma chi ci crede verra’ ripagato. quale altra forma di marketing si fa pagare solo dopo che hai gia incassato dal cliente? nessuna!!! tutte si fanno pagare prima sia che servano sia che non servano.
    Lyoness invece no, solo dopo che hai gia incassato dal cliente…..
    per me il tutto va a meraviglia e da parecchie soddisfazioni. e le aziende sono in continua crescita, ogni giorno dalla app dello smartphone che ne sono di nuove….

    • Ma da quando in qua un commercialista ti da i dati dei tuoi concorrenti…? E lui come fa a conoscere i dati di tutti quelli nel tuo stesso settore?

      In ogni caso il dato di 60.000 € di aumento fatturato è un dato inutile preso così, senza conoscere ne l’aumento percentuale ne l’aumento dei costi, tantomeno senza conoscere quanto hai pagato più di tasse e quanto è salito l’utile netto.

  41. Scusate ma io dopo che ho letto tutti questi commenti su lyoness,posso dire tranquillamente che la mia azienda é la migliore,italiana-forte-solida e con un cashback il piu alto in italia,l’azienda ha studiato tutti mah..si …ha inventato un sistema perfetto.per info chiamami al numero 3468634672 ALESSANDRO.

  42. Buongiorno a tutti
    Io sto convenzionando la mia azienda a Lyoness. Sono stato convinto da altri esercenti della cittadina dove ho la sede commerciale (un pizzaiolo da asporto, un barista, un dentista e un negozio di biciclette). Vendo formaggi. Formaggi da tutta Italia e da tutta Europa. Anch’io sono perplesso sul fatto che non tutte le attività possano essere idonee a guadagnare veramente clienti con LY. Un idraulico ed un elettricista, per conto mio, non ne hanno la necessità. Un negozio come il mio invece, assolutamente si. La mia città conta gia circa un migliaio di possessori di tessera blu di cui circa la metà ne fa un buon uso abituale. Inoltre, INOLTRE, io mi sto attrezzando a fare la vendita ONLINE. Già ho un bel sito web che ne è predisposto. Questa di Lyoness online è la cosa a cui credo di più. Questa è stata la vera molla che mi ha convinto. Per ora non sto facendo calcoli sulle tessere che farò ai miei clienti. E’ la cosa che mi interessa meno. Credo che Lyoness sia una grossa opportunità per gli esercenti. Probabilmente non per tutti. Un centro estetico, credo, per esempio, che on line non possa vendere un granchè.
    Questo è il mio pensiero.

  43. mi spiace assai affondarti anche perche’ scrivi molto bene, ma purtroppo molto superficiale. tu hai evidenziato SOLO ed esclusivamente gli aspetti della tessera come CONSUMATORE . hai fatto un casino. LYONESS e composta da LYONESS e LYCONET sono i 2 lati del network marketing di LYONESS. non puoi parlare di un lato e mescolare poi con l’altro. i vantaggi che hai indicato e poi tentato di smontare se tu conoscessi realmente il mondo lyoness avresti evitato di scrivere certi svarioni. ti invito comunque a digitare su google lyoness-bocconi. non credo che la bocconi si venda ad un network marketer. la prof. guerini della bocconi ha scritto un libro su cio. ti consiglio di leggerlo, impari , ti documenti meglio e poi scrivi. l’ignoranza porta solo altra ignoranza. io mi aspetto scritti esaustivo e con contenuti criticabili si ovviamente, ma dettati da basi veritiere e non da opinioni personali!!!
    io comunque ti posso assicurare che il sistema funziona e molto visto cosa guadagno!!!!!

  44. Chi ha scritto questo articolo è evidente che di Lyoness ha capito ben poco o piuttosto che si tratta di qualcuno in cattiva fede. Sono una premium marketer Lyconet da pochi mesi e sono entusiasta di questa attività anche perchè ritengo che sia un sistema geniale e soprattutto molto etico. Certo Lyoness e Lyconet non sono per tutti ma solo per innovatori, per persone coraggiose e che abbiano tanta voglia di darsi da fare. Leggo nell’articolo che il costo per il centro estetico è del 10% su ogni acquisto associato alla card.. Ma chi lo ha detto?? Assolutamente falso. E poi come giustamente ha scritto Bruno dietro Lyoness c’è un mondo da scoprire.
    A chi legge questo articolo dico piuttosto di informarsi da fonti ufficiale e di non dare retta a chi dello straordinario sistema Lyoness non ha capito praticamente nulla.

    • Concordo in toto :)

      P.S.: per la categoria in questione, percentuale da riconoscere a Lyoness su ciò che viene fatturato ed incassato grazie al circuito è del 9%. Il titolare dovrebbe vedere Ly come un commerciale che pago solo ed esclusivamente se mi porta clienti (che pagano)…. ricordo infatti che la registrazione dell’acquisto viene effettuata solo quando il bene/prodotto/servizio viene pagato ;)

  45. Io leggo i soliti commenti di risposta ogni qualvolta una persona ha un oppinione negativa o dubbiosa su lyoness, magari anche se affiliato lyoness e dice semplicemente la sua!!

    Soliti, si, perchè sembrano tutti uguali e scritti dalla stessa persona, probabilmente oppinioni di chi ci crede, di chi si è impegnato a recuperare i soldi investiti o di chi partecipa agli innumerevoli congressi che fanno, nulla da dire. Non voglio parlare male, ma dare un consiglio a chi vuole avvicinarsi nel fidelizzare la propria azienda: lasciate stare internet e chiedete alle attività a voi vicine, ormai ce ne sono parecchie, e magari salta fuori che l oppinione più comune è quella dell’ estetista qui sopra (uguale alla mia)!!! Parola di fidelizzato, che ha provato a chiedere ai propri fornitori e clienti aderenti a lyoness. Casualità??? riporto la mia esperienza non la verità assoluta!!

    Niente forum, chiedete al macellaio, al farmacista al tipo che vende elettrodomestici, al meccanico e poi tirate le somme. Chiaro che potrebbe essere un caso il mio, ma mi sembra una buona idea prima di investire i 2000 euro e soprattutto un idea che si basa su esperienze reali e non su forum vari!!! A me è stato detto che non ci credo, che devo impegnarmi di più, che mi ha seguito la persona sbagliata e le solite cose che ho letto 200 volte, anche per altri!! La stessa cosa valeva però il mio vicino di attività e anche per l estetista qui sopra…insomma mi sà che più di uno la pensa cosi e non si impegna. Ripeto, prima di decidere, chiedete a negozianti che conoscete e non basatevi su quello che leggete in internet o su quello che vi viene proposto come l opportunità della vita. Per esperienza personale, ci ho creduto come ditta, ma poi quando ho visto che, se dovevo fare un ulteriore sconto allo sconto che già applico ai clienti, andavo in perdita, onestamente ho perso tutto l entusiasmo. Stessa cosa è successa ai miei fornitori che da un momento all’altro ragionando mi hanno fatto capire che non avevano margine per garantirmi un ulteriore sconto sugli acquisti. Fattura di pubblicità o costo da dedurre ha poca importanza. Se compro un prodotto a 5 non posso venderlo a 4, convenzionati, amici o chiunque sia!!!! Dopo vent’anni di attività, di certo non ho bisogno di romanzine su quello che sbaglio o sul fatto di credere in qualcosa.

    • Buongiorno Antonio :)

      Non so esattamente quando è stato scritto questo commento (non vedo la data), posso solo dire che questo è stato a lungo un problema sollevato da diversi imprenditori che avevano aderito alla convenzione.

      Nei cambiamenti avvenuti a partire dall’8/11/2014, Lyoness ha iniziato ad incentivare il B2B – business fra aziende – dando loro la possibilità di concordare la percentuale di vantaggio clienti (che prima era fissa)…. si informi dal suo SME agent (agente incaricato per la piccola e media impresa), le darà sicuramente tutte le informazioni che le servono :)

  46. Una Buona Estetista come ogni Brava Persona Lavoratrice che Diligentemente Offre il proprio servizio dietro corrispettivo ha il DOVERE di adempiere al Proprio Compito quale quello di Soddisfare la Propria Cliente al 100% se non di più!!! A prescindere dal fatto che la Cliente sia una Nuova Cliente o meno… perché la fiducia vien da sé !!! Se il Servizio Merita….

  47. sarebbe interessante sapere da chi
    unque abbia qualcosa da dire in demerito a Lyoness…se quel che dice è frutto di Esperienza…o se, come spesso purtroppo ancora accade e per fortuna sempre di meno, quel che dice è puro frutto di una fantastica insalata fatta di storie, frasi, pensieri uditi chissà da chi e chissà perché…o perché di sfuggita, di notte invece di dormire si aggira come zombie nella rete a recuperare acriticamente e in assenza di Presenza notizie inerenti a Questa Meravigliosa e Geniale Azienda… e quando giunge di Notte in uno stato di semicoscienza ma di sottile curiosità… Fate Attenzione…perché quello è un messaggio del Cielo… Illuminatevi e Accogliete <3 …Esperite e poi Avrete da Dire!!!

  48. Buongiorno a tutti.
    Da titolare di azienda convenzionata da pochissimo devo dire che veramente il meccanismo di Lyoness è complesso complesso complesso, ma…
    Ma è una enorme opportunità. Logicamente convenzionare un’azienda laddove ancora non c’è ne sono altre porta ad un primo periodo di “smarrimento” perchè il tuo cliente che tu hai tesserato oltre che da te, non ha altri riferimenti dove fare i suoi shopping. Tuttavia il meccanismo dell’acquisto online sempre più dirompente può essere un grosso volano per fornire ai clienti le opportunità che cercava. Fortunatamente la mia zona ha già una serie di imprese dentro Lyoness ed io sono stato convinto da un altro commerciante come me, il quale, prima di me ha trascinato dentro altre aziende. Morale: nella mia città siamo già in 7. Che è già tanta tanta roba. Sono stato solo qualche mese con la tessera blu con cui ho fatto diverse spese online compresi biglietti aerei con edreams (dentro Lyoness), sto pagando la bolletta elettrica con Lyoness, comprato smartphone, computer, pizzeria, farmacia. Risultato: qualsiasi cosa debba acquistare nel mio cervello scatta l’ostinazione a cercare in Lyoness. E’ l’ostinazione che prenderà tutta la mia clientela a cui faccio e farò la tessera. Il cliente Lyoness, appena ne apprende il meccanismo diventerà il cliente più fedele. NON C’E’ DUBBIO:

    • Buongiorno Guido, il senso è proprio questo e le spiego il mio punto di vista.

      Da persona attiva nello sviluppo della rete di aziende, ritengo che il modo più ETICO e PROFESSIONALE per lavorare in Lyoness sia quello di creare prima un tessuto di aziende che credono in questo progetto, dando poi la possibilità alle persone di utilizzare la propria tessera per risparmiare sugli acquisti che esse faranno quotidianamente.

      Lyoness oggi è un grande cantiere in lenta costruzione, ma so esattamente dove andremo a finire…. due anni e mezzo fa un gruppo di imprenditori della Franciacorta (prov. Brescia) è partito dove non c’era nulla: sono stati i primi ed hanno fatto fatica all’inizio…. oggi (luglio 2015) sono presenti 318 aziende convenzionate nel raggio di 12km che fanno rete fra loro, muovendo fatturati di tutto rispetto all’interno di Lyoness e trendone sensibili guadagni.

      In alcune zone (Verona, Brescia, Bolzano, Modena, Padova, ecc…) ormai è una realtà evidente, perchè sono i fatturati delle aziende a parlare :)

  49. L articolo manda fuori strada e tanti punti descritti. Sono
    errati .secondo me chi scrive e pilotato e ha lo scopo di portarvi fuori strada. Continua a vender pentole e lascia queste cose ha chi ha le capacità.

  50. Nessuno ha accennato al fatto che il software fornito da Lyoness all’azienda convenzionata dopo 12 mesi dall’adesione costa 100 euro al mese

    • Ciao, cerco di dare il mio contributo a fare chiarezza :)

      Ciò di cui parli si chiama Solution Pack, in pratica è il gestionale elaborato da SalesForces (azienda n.1 al mondo in gestione e relazione della clientela) e fornito gratuitamente per i primi 12 mesi da Lyoness a tutte le aziende che decisono di aderire al circuito. Questo perché l’imprenditore abbia tutto il tempo che serve per utilizzarlo e capire se può o meno fare al caso suo.

      Scriverei un poema se volessi spiegare tutto ciò che offre ma posso anticipare che, grazie ad esso, l’imprenditore può analizzare una serie di informazioni provenienti dai clienti del circuito (che per il fatto di essere aderenti, lasciano) ed attuare azioni di marketing mirate per cercare di migliorare le vendite…. e quindi il fatturato.

      Dopo i primi 9 mesi, può scegliere se mantenere tutto il pacchetto – pagando come citato sul contratto – la somma mensile di € 99,00 o se mantenere solo il pacchetto base al costo di € 29,00 mensili.

      Spero di essere stato esaustivo :)

    • Ciao, non riesci a scaricarla perché la app è disponibile solo per dispositivi Apple o Android ;)

  51. Con la crisi tutti coloro che sono in difficoltà si buttano su queste società che alla fine non producono nulla, ma ( e sfido chiunque a negarlo) vivono girando i soldi degli altri. Oggi ho passato il pranzo con persone che hanno cercato di spiegarmi tutti i vantaggi del “lavorare con Lyoness”…mi hanno già RUBATO due ore di tempo…avrei potuto spenderle con mia moglie, un amico, i miei nipoti o genitori.

    • Mi spiace, devono averti spiegato le cose male ed in maniera poco professionale. E il fatto che tu asserisca che non produce nulla ne è la netta dimostrazione.
      Risparmio per chiuque acquisti nel circuito (sfido te a dimostrarmi il contrario, visto che i bonifici arrivano e te ne potrei far vedere più di 300 solo miei….) e aumento di fatturati per le aziende (dati oggettivi, potrei farti parlare con centinata di imprenditori) perché vedono entrare nelle proprie attività persone nuove – inteso come non clienti abituali o già fidelizzati – provenienti dal circuito Lyoness perché interessati a risparmiare denaro

      Ti sembra che questo circuito non produca nulla?! Io ci andrei MOLTO piano prima di dire certe sciocchezze, specie se non si conosce a fondo ciò di cui si sta parlando. Io lavoro allo sviluppo di questa rete e ti posso tranquillamente assicurare che, nel mercato italiano, è una delle attività con il potenziale maggiore.
      Ma non è per tutti

  52. Ciao a tutti, vi scrivo la mia esperienza. Io ho la tessera Blu da più di 3 anni, quando mi è stata proposta l’ho fatta per far piacere ad un amico ed anche se nella mia provincia vi era solamente 1 attività convenzionata ne ho visto subito il potenziale. Attualmente la uso quasi esclusivamente online, per lavoro mi sposto spesso e la uso tantissimo per prenotare hotel ed aerei, esattamente nei siti che utilizzavo prima, quindi non mi è cambiato nulla, a parte il fatto che ora spendo meno! Negli ultimi 6 mesi nella mia zona si sono convenzionate parecchie attività ed ho iniziato ad utilizzarla anche lì. La sto promuovendo con amici e parenti, alcuni hanno iniziato ad utilizzarla, altri no, per l’utente finale la vera differenza è data dal tipo di negozi convenzionati, quando ogni cittadina avrà almeno un supermercato, un panettiere e qualche bar convenzionato gli acquisti delle persone saranno sensibilmente indirizzati verso le attività convenzionate.
    Non capisco i molti blog e commenti che si leggono in giro, per l’utente finale c’è solo da guadagnare, nessun costo, nessun impegno e nessuna truffa e per il commerciante bisogna innanzi tutto fare una vera analisi del proprio mercato e dei costi e benefici che Lyoness potrebbe portare e poi crederci veramente, come in tutte le cose se non si lavora (bene) non si guadagna. Io ho un attività commerciale, NON convenzionata con Lyoness perchè per la mia attività, la mia clientela ed il mio fatturato penso non ci sia convenienza.

      • Ciao, sono un dipendente di un azienda di progettazione elettronica, ma la mia piccola attività secondaria vende pannolini lavabili per bambini in cotone organico. Il mio mercato è molto piccolo e la clientela di nicchia, non ho neppure un punto vendita, faccio dimostrazioni e vendo da casa.

        • Ah ho capito, si effettivamente è un’attività particolare…. però (te lo lancio come spunto di riflessione) Lyoness potrebbe fungere da “cassa di risonanza” per la vendita on-line dei tuoi prodotti: d’altro canto, le aziende convenzionate utilizzano questo canale anche come forma di marketing per rendersi maggiormente visibili

          • Andate a vedervi le offerte della posta italiana risparmiate molto di piu………e senza andare a caccia di gente

    • Questo è il migliore dei commenti che abbia letto fin’ora!
      E’ tutto detto qui…

      Il cliente non ha alcun tipo di problema, dato che è una semplice tessera da usare nei negozi o online.
      Mentre ogni imprenditore deve valutare se il circuito gli conviene o meno, capire, informarsi…

      Basta scrivere commenti superpositivi o supernegativi…
      Semplicemente bisogna informarsi e capire se alla propria azienda la cosa convenga o meno, punto.

  53. Bene! anzi NO!!! ho letto tutto e il contrario di tutto! io ho un’Albergo e non sono affiliato a Lyoness. Un mio amico e collega si. Abbiamo fatto una scommessa in proposito. Tra qualche anno vedremo! Di certo, per il momento, (e dato che lui non ha lo spirito del venditore) è diventato INSOPPORTABILE con amici e CLIENTI per cercare invano di coinvolgerci nella sua avventura. Abbiamo deciso che continueremo a frequentarlo a condizione che non si parli di Lyoness. Adesso ha attaccato con AGEL!!!!!! non ne possiamo PIù! Secondo noi farebbe meglio a fare bene il suo lavoro e lasciare a chi ne ha bisogno ed ha il tempo per farlo. Un mio parere? Perchè non provarci? Chi ci crede e ne ha voglia e tempo da dedicarci…. Al massimo non funziona. Ma non hai i rischi di un lavoro “classico”… fallimenti, insoluti, ecc… Buon lavoro e AUGURI a chi ci prova! un consiglio? cercate di non massacrare amici e CLIENTI. rischi di perdere gli uni e gli altri!

    • Sono perfettamente d’accordo, bisogna saper proporre quella che io considero un’opportunità (risparmio sulle spese personali e/o aziendali, possibilità di crearsi un’entrata extra grazie alla rendita che si può generare) ma NON SI DEVE essere assillanti.
      D’altro canto, se parlandone si desta interesse, sarà la persona stessa a chiedere maggiori informazioni…. in caso contrario, amici come prima. Detesto chi “sta addosso agli altri”, per cosa poi?

    • ho letto il tuo intervento forse trovi più giusto dare del tuo guadagno il 15-18% a edreams, booking.com ed altri che magari pensare di organizzarti e far trovare un regalo al tuo cliente in camera con una tessera lyoness magari pagando solo il 10% e sono alto…a fine mese e dopo aver incassato i tuoi soldi……ma come dico sempre IMPRENDITORI SI NASCE NON SI DIVENTA.

  54. beh alla fine é un modo per invogliare la clientela a scegliere un esercizio commerciale; tuttavia esistono modi più profiqui e più interessanti

  55. Perchè non dici che quel 10% che tu estetista sborsi, lo puoi scaricare completamente come spesa?? alla fine o le cose le spieghi con distacco o è una tua opinione non un a guida al sistema

    • Confermo, sia la richiesta di convenzione che le successive fatture (che arrivano a fine mese solo e se l’esercizio commerciale ha ricevuto clienti Lyoness) sono spese fiscalmente deducibili…. ;)

  56. Andate a cercare il fondatore nonche attuale propietario della “piramide”, una volta trovato il nome andate a curiosare (on line con pazienza è possibile) il suo passato da imprenditore, dove sono le sedi legali e quant’altro vorrete, ed trarrete voi le conclusioni.
    Stefano

    • Ma certamente, ti faccio notare però che in rete trovi ciò che vuoi trovare (tra cui una marea di cazzate)…. fammi invece vedere le FONTI UFFICIALI (perchè da che mondo e mondo sono solo quelle a contare veramente), poi ne riparliamo ok? ;)

  57. Salve,
    chiedo più informazioni x ristoratori convenzionati lyoness.
    i clienti con prezzo menù fisso convenzionati che porgono carta lyoness,hanno diritto o no alla convenzione di tale carta ?grazie attendo riscontro…..

    • Certamente, l’aderente Lyoness ha sempre un (piccolo) vantaggio rispetto a chi non lo è…. ed è questo a fare la differenza, la “molla” che attira presso le imprese convenzionate nuovi potenziali clienti

  58. Ciao a tutti,
    comincio dal dire questo diffidate da chi giudica e non si firma neanche….MESCHINO!!
    Lyoness con altre 3 società è stata analizzata da una certa Carolina Guerrini….andate a vedere chi e.
    Verificate da fonti ufficiali….e non da chi non si firma…ripeto MESCHINI.
    47 paesi dove lyoness apre sedi fisiche…..
    quasi 7000 aziende convenzionate….
    450000 mila tessere registrate in Italia….
    se poi volete cercare della merda andate a Roma nel parlamento….
    per chi vuole solo vedere merda…che merda tu possa avere all’infinito e oltre…….
    COME HAI ANALIZZATO TU LO ANNO FATTO ALTRI CON FORSE QUALCHE INFORMAZIONE IN PIU’……ED HANNO STABILITO CHE…..

    LYONESS E’ SOSTENIBILISSIMO………….

    Mario Bross

    • ….aggiungo che conosco aziende che per lunghi periodi con sistemi on line non faccio nomi ma basta vedere quanti vanno a scrocco presso aziende che rinunciano fino al 80% dei guadagni ed il restante lo dividono con questi circuiti online…………….

      Mario Bross

    • scusate ma da perfetta ignorante se vogliamo parlare di numeri:
      microimprese in Italia più di 4.000.000… “quasi 7000 aziende convezionate?”??????? un flop dopo più di 10 anni di attività.
      60.000.000 abitanti in Italia sono state distribuite solo 450000 tessere?????? mi sa che questo guadagno sia arrivato a pochi…. o forse in famiglia è bastato un solo cliente per capire la situazione… :(

  59. Lyoness funziona perfettamente!!! E’ presente su 47 paese. Più di MILLE dipendenti. Nel mondo più di 5 MILIONI di persone usano Lyoness. In Italia sono già 365 MILA.
    La tessera si può usare nelle piccole aziende: farmacia, macelleria, dentista, autofficina. ecc… Grande distribuzione: Tamoil, OVS, Euronics. Despar, Simply, ecc.. Online: Amazon, Groupon, edreams, volaregratis, ecc…
    Nonostante tante male lingue Lyoness continua a crescere in modo esponenziale.
    Cmq Lyoness è solo x persone lungimiranti!!!

    • Dai dai ieri un mio amico ci a fatto perdere 4 ore sue e nostre per sto 1% di sconto ma stiamo scherzando o cosa?

  60. Questa mattina mi è stata proposta la tessera, ho letto tutti i vostri commenti e sono arrivata alla conclusione che tutto è profittevole se si utilizza correttamente. Credo che per ora la utilizzerò come cliente nei negozi se scopro che nella provincia dove vivo esistono, poi vedrò….ma di una cosa sono certa: quando ci sono pareri discordanti su un’attività e la maggioranza sono favorevoli, questa funziona!
    Sono membro di un’azienda che si occupa di benessere, una multinazionale quotata in borsa, se ne dicono di tutti i colori, ma siamo presenti in oltre 90 Paesi e sempre il n. 1 nel settore! Sarà così anche con Lyoness? Forse.

    • Ciao! Di dove sei? L’hai già usata? In questo momento avere la tessera ha poco senso.

  61. Oggi mi hanno proposto di inserire la mia azienda nel circuito lyoness, il pacchetto base mi hanno chiesto 400 euro compreso iva, possibile?
    Nel pacchetto base giustamente ho 100 tessere (normali) e entrare nel circuito di lyoness, quindi niente tablet, niente tessere personalizzate, niente dati di informazioni che possono servire o meno.
    La mia domanda e la seguente, possibile che una azienda con 400euro entro nel circuito lyoness? Se un giorno decido di togliere la mia azienda perché non mi interessa, lo posso fare tranquillamente senza rotture di scatole?
    grazie

    • il prezzo base è di 399+ iva e non hai incluso tessere. Puoi toglierla senza penali o altro ma solo con un semplice il preavviso.
      Citazione:
      Il presente Contratto Offline per PMI sarà stipulato per una durata minima di 12 mesi a decorrere dalla data di perfezionamento dell’attivazione dell’impresa convenzionata in base all’art.3 e sarà rinnovato automaticamente ogni volta per i successivi 12 mesi a meno che una o l’altra parte non abbia inviato disdetta del Contratto, per raccomandata con ricevuta di ritorno almeno 4 settimane prima della data di scadenza.

  62. Se il denaro ricevuto non viene inserito nella denuncia dei redditi che succede?
    Non sarà che questa Lyoness sta creando decine di migliaia di piccoli evasori che non sanno di esserlo e che potrebbero avere pesanti sanzioni?

    • No! Tutti i proventi derivanti dall’attività di network marketing sono normati dal DPR 600/1973 ossia sono soggetti alla ritenuta alla fonte a titolo d’imposta e quindi non fanno cumulo con gli altri redditi perciò non vanno dichiarati. L’ambito normativo è anche la legge 173/2055.

      • non è proprio così:
        cercate su google “tassazione networking marketing”

        i primi 5000euro hanno ritenuta alla fonte del 17,94% (va sempre verificato che vengano versati veramente altrimenti l’agenzia delle entrate se li riprende da voi… quindi diventerebbero 35,88%)

        oltre i 5000euro vale sempre la ritenuta del 17,94% ma vige l’obbligo di aprire la partita iva come agente con tutto quel che ne consegue : costi x commercialista, versamenti obbligatori contributi inps 3400euro l’anno (se non erro vanno versati anche se avete già le trattenute da lavoratori dipendente), +versare l’iva 22% su quegli introiti e fare la dichiaraz iva annuale….

        insomma i costi salgono… trovo che sia scorretto informare solo sulla prima parte, soprattutto se si pensa che viene proposta come attività imprenditoriale con guadagni ben oltre i 5000euro annuali

        torna il dubbio che lo facciano perchè tanto conoscono già l’alta probabilità di insuccesso per la maggior parte delle persone che entrano…..

  63. lyoness = vegan = isis = LGBT= testimoni di geova

    siete dei pazzi fanatici e accecati dal lavaggio del cervello che vi fanno. conosco gente nel giro da 5 anni che si sbatte da mane a sera e con le pezze al culo era prima e con le stesse pezze è rimasta! Altro che ville, soldi e piscine, svegliatevi!!!

  64. e la prima volta che scrivo e vi dico che nella mia vita o fatto tanti sistemi del genere, 3 anni fa mi fu presentato questo progetto e io come tanti di voi dicevo la solita cosa le solite truffe ecc. oggi dopo questi anni ho visto che questa azienda per chi non lo sapesse sta crescendo sempre di più in italia quando mi sono iscritto eravamo soli 33.302 oggi siamo quasi 600.000 e questo e già un punto che sta crescendo, e poi oggi sono passati da solo 3 mesi e io personalmente sto avendo dei risultati, poi per chi dice che altri non hanno fatto niente e perché alle prime difficoltà si sono arresi, questo e un lavoro come gli altri e vi assicuro che vi parlo come padre di 2 figli non come ragazzo che gli hanno fatto il lavaggio di cervello, oggi sono marketer di questa azienda e se qualcuno vuole avere informazioni o avere dei consigli come fare ad avere più fatturato e avere più vantaggi mi può contattare 334.22.20.777 Giovanni a scusate ultima cosa io sto lavorando in zone difficili da far capire e sto facendo risultati da paura rispetto a grandi città che e più facile …….. buona giornata a tutti e grazie e stato solo un mio pensiero dalla mia asperienza.

  65. Il problema di voi che dite e sparate a zero su una azienda che ha una crescita che secondo voi e’ lenta ma comunque costante nel tempo in 47 nazioni nel mondo, dove gia sono miliardi di fatturato a parlare.Sapete Red Bull quanto ci ha messo ha consolidarsi sul mercato? Apple? Microsoft? Informatevi prima di parlare.
    Ultima cosa… Lyoness nelle imprese e’ fondamentale perche crea rete e crea BE to BE sapete cosa e’? I costi di affiliazione sono modestissimi e detraibili al 100%.
    I tempi dei volantini o giornali o vele per la strada sono finiti!
    Ormai solo tv e internet e on line shopping sono il futuro…
    Ma evidentemente pochi lo sanno….

    • Si, informati pure tu a proposito del loro sviluppo e poi, visto che tu sai, quando una massa si sposta da una parte, la pubblicità e la pubblicità (di controparte) la sposterà da un.altra poi altra etc…il mondo gira cosi. Non ascoltare solamente i brain washer.

      • Ah, altra cosa, Apple, Microsoft..ed aggiungi pure Facebook visto che lo prendete sempre da esempio..mi sembra che ognuna di loro abbia il suo “milionario” a capo, poi qualche persona attorno che se la passa bene, il resto sono lavoratori normali. Hai ragione, calza a pennello.con LY :)

  66. Ciao, possiedo una card lyoness da circa un anno e mi ritengo soddisfatto, non sono diventato ricco è vero, ma ho ottenuto un piccolo risparmio (circa 40€ mese), ho cambiato qualche abitudine di spesa ed ho cercato di utilizzare le strutture convenzionate, all’inizio questo richiede un minimo sforzo organizzativo, ma il risultato mi ha soddisfatto.
    Se volete provare gratuitamente la card mandate una mail a questo indirizzo e vi inoltro il link per la registrazione.
    cartaservizilyon@gmail. com

  67. Sono venuto a conoscenza da poco del sistema Lyoness….
    la cosa sembra chiara e ovvio che per poter guadagnare con questo sistema a mio modesto parere bisogna dedicare tempo…
    quindi concordo con l’articolo nel punto dove l’autore scrive che il sistema a lungo termine può funzionare ma :”Ma tu, quanto tempo e quanta voglia hai di fare, oltre al tuo, anche un altro lavoro?”

    dal punto di vista del privato credo che la cosa possa funzionare…… a patto di verificare sempre i prezzi di acquisto….
    penso che con le realtà di amazon e altri siti di shop on-line non è detto che mi convenga comprare un oggetto in un negozio convenzionato solo per avere il 2% quando magari con amazon (giusto per fare un nome) posso risparmiare di più….
    diverso è il caso di spesa e benzina (per fare due esempi)….

    Io mi sono fatto la mia idea…. può funzionare ma come tutte le cose bisogna stare con gli occhi aperti….
    Comprare si nei negozi ed esercizio convenzionati a patto che ne valga veramente la pena…..

    Io però ho una domanda da fare (a chi ne sa o a chi fa già parte della “famiglia” lyoness).
    Nell’articolo si fa l’esempio del negozio che inserendo nel “giro” un cliente può guadagnare sulle sue spese future (se utilizza la carta)….
    ma una singola persona può fare altrettanto?
    cioè….
    se io mi registro e faccio la carta….
    posso far entrare nel giro e di conseguenza guadagnare lo 0,5% delle spese fatte dalla persona che faccio entrare?
    in più….
    posso far aderire solo persone fisiche o a mia volta posso fare entrare nel giro negozi o bar o ristoranti ecc ecc…..
    Perchè se questo fosse possibile…..
    vero che diventa un lavoro (quindi serve tempo)…
    ma può diventare una vera forma di guadagno….
    o per fare “l’agente” che inserisce negozi e attività va fatta un’altra strada?
    nel secondo caso bisogna capire se per poterlo fare bisogna versare qualcosa a lyoness o visto che si diventa agenti è a costo zero o addirittura remunerati….

    Grazie
    Marco

  68. Buonasera. Lyoness è un bel progetto, ma è possibile che le aziende alle quali si chiede un preventivo prima di confermare l’acquisto, possano alzare il prezzo del bene o servizio cosí da alleggerire il prezzo del compenso che riconoscono a lyoness? Alcune aziende affermano di avere promozioni riservate per i clienti lyoness..

  69. Ma l’IVA se non si fidelizzare l’azienda a Lyoness non si paga??? Questa è una novità, non la sapevo!!!

    Ma quindi è meglio sponsorizzare l’azienda su Groupon magari abbassando i prezzi di piú del 70%?

  70. Mi risulta che la tessere di affiliazione bisogna poi registrarla sul sito Lyoness, dove si chiede di firmare una “lettera di incarico alla vendita diretta a domicilio” con tanto di clausole. A me una persona, gestore Tamoil, mi ha detto invece che si tratta di una sempice tessera come quella di un supermercato. Qualcuno mi può confermare-smentire questo?
    Anche le clausole di quel contratto sono un pò particolari. Soprattutto quella relativa al versamento delle imposte: lo fanno loro, però non sono responsabili di eventuali errori od omissioni. Quindi bisognerà controllare ( o far controllare da un professionista qualificato) l’esattezza dei versamenti. Come li chiedo?
    In caso di contenzioso ricordo che Lyoness ha sede in Svizzera, con enormi difficoltà in tale caso.

  71. Si chiama Alpha club. E’ l’ultima novità per chi vuole fare denari, tanti, e subito. Alfa, prima lettera dell’alfabeto greco. Per alcuni solo una marca di sigarette o un’auto. Per i cristiani l’inizio della vita. Ora che è un club per molti poveri cristi è la speranza che si trasforma in moneta. Per chi ne ha già, un modo pe farne ancora. Ma come sempre chi resta fuori dal gioco non è contento. A Oristano è partita la denuncia di un’associazione di consumatori e oggi una lettera alla Nuova lamenta «Alpha club fa rompere le amicizie». Ma come funziona il club? Nella sede italiana di Torino il procuratore generale Dario Bellandini spiega: «E’ una società internazionale che opera nel settore dei servizi ed è tra le più importanti nel mercato mondiale, garantisce ai soci e ai familiari, con una tessera valida dieci anni, per 600mila lire l’anno, vantaggi e agevolazioni». Dove? Quali? «Nel settore turistico: Air Europe, Viaggi del Ventaglio, gli Sheraton, gli Holiday Inn, i Best Western sono un esempio, nel settore degli acquisti: un accordo con sountdown per accedere a 9 mila esercizi commerciali in tutt’Italia, nel noleggio, da Avis a Europcar a Thifty, nella ristorazione, nel settore bancario con la Ubc per mutui agevolati, con le Ferrovie dello Stato, nell’alta moda, nell’arredamento, nell’editoria, il 60% di sconto su tutte le testate del gruppo Mondadori, nel fitness». Ma questo aspetto dell’economia globale che propende verso beni intangibili, visto che la tessera di per sé non ha valore, intriga pochi e a molti piace di più il «beneficio» che ogni socio si zappa da solo, portando nuovi iscritti. E per questo sarà «premiato» con un pacco di milioni. Una cifra che il più pigro, affiliando sei amici, vede lievitare in dieci mesi fino a raggiungere 29 milioni. In merito, ad Alpha club non vogliono nemmeno sentir parlare dell’antica catena di Sant’Antonio e rivendicano la laicità della società. Comunque sia (fermo restando che al contrario di quanto accadeva con la catena qui non c’è alcuna maledizione minacciata per iscritto su chi interromperà il gioco), c’è chi di iscrizioni in un solo mese ne ha fatto quindici e il mese dopo di milioni ne ha contato 45 e «le tasche non bastavano per portarli a casa». Investimento iniziale: sei milioni più Iva, perchè, come dicono i manager, «tutto è regolarmente fatturato». A guadagnare si inizia presto e si incassa cash ogni mercoledì sera. Controindicazioni: l’iscrizione è sconsigliata agli ipertesi, agli insonni, agli under-ventuno, a chi ha uno stipendio medio, a chi disprezza la Marini ma la sogna e sogna Bmw, Mercedes, MG ma fino alla morte resta fedele alla Fiat. E’ consigliata a chi ogni tanto canticchia «Stasera mi butto», ama stare in compagnia, da studente ha marinato la scuola, non ha mai pensato che non essere laureati sia un handicap, si annoia in campagna e della Marini dice che è una «Boooona». Non ha controindicazioni nemmeno per chi per anni ha faticato a imbastire il pranzo con la cena, per chi ha avuto un tracollo finanziario, per chi è stato costretto a lavorare in nero, per chi non ha mai visto un assegno familiare, per chi ha il coraggio di iniziare tutto daccapo, per chi, pur non avendo mai visto Via col vento, ha fatto proprio il famoso «domani è un altro giorno» e l’attribuisce ai Ricchi e poveri. E a proposito di ricchi, a loro fa solo bene, perché l’unico rischio che corrono è quello di veder crescere il conto in banca. In Italia gli iscritti sono 33 mila con una crescita media di 3mila al mese. In tutto il mondo sono 70mila. In Sardegna i primi adepti hanno iniziato a tessere la tela in giugno e i fedeli a Cagliari ora sono mille e duecento. A Sassari il primo colonizzatore è arrivato a fine giugno. Considerando che ad agosto quasi tutti hanno dato forfait e che le iscrizioni possono essere fatte solo il sabato e la domenica, in poche settimane sono diventati quattrocento. Gli appuntamenti hanno una scadenza fissa e rigorosa, poi gli alfisti si dileguano: chi torna in ufficio, chi in officina, chi si infila il camice di medico, chi quello da cameriera, chi si rimbocca le maniche e fa l’ingegnere, chi continua ad essere disoccupato. La fauna umana è tutta rappresentata nei grandi saloni dove si tengono le convention e dove tutti, accomunati dalla più forte delle fedi, dal cemento e dal fascino per il denaro, a fine serata fanno buone conoscenze e non di rado riescono a promuovere un business nel business mentre sfogliano con la memoria l’agenda del telefono per contattare i prossimi amici.

  72. Ciao a tutti… sono affiliata a Lyoness da 6 mesi e la differenza si vede eccome… avete idea di quanti soldi vengono spesi ok pubblicità in un’anno (500 milioni di euro) .. pubblicità non misurabile cosa che invece ti è permesso con Lyoness…
    Sono anche una merchant marketer di lyoness e vi do 2 numeri…più di 10.000 aziende convenzionate, spesa media minima media di 378 euro mese x consumatore… le aziende pagano al massimo 999 euro e da lì si può anche scendere… software che ti permette di vedere quanto il sistema funziona per la tua azienda… insomma c’è tanto altro e bisogna solo aspettare che arrivi la pubblicità in tv e si espanderà a vista d’occhio…

  73. Noto che l’informazione ed altro non è il vs. forte.
    Splendide giornate.

  74. Le percentuali che l’azienda paga ad ogni acquisto sono detraibili al 100%, forse questo era bene dirlo. Credo che l’importante per un’azienda sia attirare nuovi clienti, dopo sta in lei offrire un buon servizio o vendere un buon prodotto, in questo caso il cliente “fidelizzato” tramite il passaparola genera nuovi clienti e così via, è una ragnatela infinita. Sono due i punti cruciali che ha dimenticato di prendere in considerazione, il primo appunto è quello dei costi totalmente detraibili compreso il costo iniziale per acquistare il pacchetto pubblicitario che più interessa tra i tre a disposizione, il secondo in un certo raggio chilometrico non possono esserci più del 50% di aziende che svolgono la stessa attività commerciale esempio : in un paese ci sono 4 farmacie, solo due di esse potranno convenzionarsi. Spero di aver chiarito due punti fondamentali che servono a fare totale chiarezza sull’argomento.

  75. Hai dimenticsto di dire che il 10% che dai a lyoness ti viene fatturato e lo porti in detrazione dalle tasse come spese

  76. Avrei diversi riflessioni da aggiungere.
    E’ un sistema senza etica. L’idea di dover dare il 10% dei miei guadagni ad una azienda perché anche le altre lo fanno e se voglio rimanere competitivo devo farlo anch’io, ecco la chiamerei più estorsione che grande opportunità di crescita, soprattutto in questo momento storico in cui se hai una normale attività e riesci a tenerti il 2- 3 % del fatturato sei un signore.

    Secondo punto: già mi immagino le aziende che per far fronte a questa spesa del 10% AUMENTERANNO I PREZZI del 10%. A quel punto a cosa servirà la tessera al consumatore, ad illudersi di risparmiare?

    Inoltre io ed una mia amica siamo state ai loro incontri proprio questa settimana. Siamo entrambe imprenditrici, ed entrambe abbiamo immediatamente scartato la possibilità di aderire con l’azienda in quanto troppo oneroso.
    Io ho deciso che questo sistema mi indigna e non farò nemmeno la tessera, mentre la mia amica vuole intraprendere la via dell’ utente premium.

    Ora, basta menarcela con la storia del “al nord tutte le aziende stanno aderendo alla tessera”. Se basandomi sul mio caso posso dire che per le aziende non è conveniente e che poche persone aderiranno come aziende ma piuttosto come elargitori di tessere si crea un circolo vizioso per cui non ci saranno aziende convenzionate ma tanti disperati che lavoreranno per nulla perché niente aziende uguale niente spese e nessuna percentuale.

    Ultimo punto e poi chiudo.
    Vorrei vedere i contratti delle grandi aziende che stanno aderendo a lyoness e sapere se le loro condizioni di contrattuali sono le stesse alle quali le piccole attività sono costrette o se per caso lyoness abbia chiesto loro solo una minima percentuale perché se i grandi aderiscono l’azienda diventa popolare.

  77. Ma tutte ste baggianate sul non funzionamento vi pagano per dirle o siete fuori dal mondo così di vostro? Da bocconi passando per codacons, cna e confesercenti, adesso motogp , La As Roma di calcio, empoli, verona ecc.., grandi catene di negozi ebay , booking ecc, ma smettete di dire baggianate, ci sono ormai più centri estetici e saloni iscritti (cercatevi le testimonianze online) ma fate il piacere di tacere .

  78. se il sistema funzionasse veramente come affermano non ci sarebbe bisogno di chiedere 2300euro (+1500x ogni cloud/zona) perchè il sistema, come da loro esposto, SI PAGA DA SOLO!

    sono loro a dirlo: bastano pochi mesi e se studi, ti impegni, sei portato, riesci a costruire il tuo gruppo e la tua sottorete con relativi guadagni in crescendo

    inoltre i corsi sono gratis, gli ebook gratis ecc
    quindi perchè mi chiedi 2300euro???
    fammi entrare gratuitamente(premiuim), io ti porto i miei contatti di aziende/privati, ci metto il mio tempo, l’impegno, lo studio, la dedizione, i costi per andare ai corsi, e per andare a conviencere i potenziali nuovi affiliati….. non mi pare sia poco, questi sono SOLDI, e già andrebbero a coprire quei 2300euro che mi chiedi

    ma facciamo finta di no,
    allora perchè non strutturala in altro modo: in cambio dell’ingresso gratuito basterebbe che tutti gli introiti dei primi mesi non mi venissero corrisposti ma andassero a coprire quei 2300euro…
    facciamo 6-8 mesi, anche per 1 anno sono disposto a cedere gli introiti

    SEMPLICE, TRASPARENTE E SENZA PERDITE
    non tiro fuori 1 euro, vedo come funziona, vedo gli introiti possibili, vedo il potenziale, e, se sono portato,se fa per me vado avanti altrimenti amici come prima (e non ho perso 2300euro ma solo tempo….)

    P E R F E T T O

    PERCHE’ NON LO FANNO???
    banalmente viene da pensare che il sistema si basi in buona parte sugli introiti del reclutamento e relativo insuccesso della maggior parte delle persone che entrano, che vanno a perdere quei soldi o che si trovano costretti a pagare di più beni/servizi (perchè devono prenderli nel circuito) quando fuori li troverebbero a meno……

    cercate su google “MLM the truth”
    tra le altre cose è presente un’analisi su 500 società di multi level marketing degli ultimi 15 anni con dati pubblici forniti tali società ….. e pare che solo 1-2 persone ogni 1000 riesca a guadagnare, ovvero quasi nessuno, la stragrande maggioranza delle persone perde soldi

    fate vobis

  79. Gli uomini più ricchi al mondo costruiscono reti, il resto sono addestrati per correre nella ruota del criceto!!!

  80. una persona su 1000, semplicemente perchè le altre 999 si fermano al sentito dire, o alle prime delusioni mollano. Chi vuole guadagnare dal network marketing non puo pretendere di avere subito i guadagni e oltretutto senza fare sforzi. Quei 999 che non guadagnano sono gli stessi che dopo un mese mollano perche non sono milionari, e ovviamente dicono che i network sono truffe ecc., creando mal-informazione. Detto questo, continuate a fare le vostre 40-50-60 ore settimanali, io mi godo un po il mio tempo. Saluti

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>